Operette vegetali, Alice Padovani

Operette vegetali, Alice Padovani

IL MIO PROGETTO

Una moltitudine di piccole scatole, simili ad antichi erbari. Un’installazione che sottolinea la bellezza del quotidiano: steli sottili, erbette, piccoli fiori di campo sistemati come preziosi oggetti della natura da custodire e preservare per ricordarci della nostra stessa fragilità. Piccole forme perfette piene di vita che nel corso dei mesi si seccheranno lasciando solo un ricordo sbiadito della loro bellezza. Piante che, per quanto minime e invisibili ai più, ci concedono il respiro.
La riflessione portata è semplice: non possiamo sopravvivere senza un solo filo d’erba.
La vegetazione, anche quella più “misera” che cresce sui bordi delle strade, ci fa dono del proprio ossigeno.

Ci troviamo a vivere in città affollate, cementificate, private talvolta dal ricordo stesso della natura. Non ci accorgiamo più del veleno che ci avvolge perché ne siamo assuefatti. Alla città manca l’ossigeno e per tornare a respirare abbiamo bisogno delle piante, anche delle più piccole: dai piccoli trifogli che crescono vicino alle nostre case, alle erbe che si fanno strada con fatica lungo i marciapiedi e nelle buche dell’asfalto. Dobbiamo ri-classificare la loro minuta bellezza come antichi studiosi, curiosi di fare nuove scoperte. Dobbiamo guardare la natura con occhi bambini e risvegliare quel senso di meraviglia che ci fa chinare per annusare un fiore, per respirarlo.
Questa installazione, fatta di germogli conservati in teche, di foglie raccolte e sistemate in file simmetriche, di semi e bacche raggruppati per colore in piccoli vasi di vetro non vuole essere una rifondazione dell’antica scienza botanica. Un approccio all’apparenza scientifico lascia infatti spazio a uno sguardo più affettivo, familiare e nostalgico. La natura, quella piccola, talvolta banale si presenta ai nostri occhi per essere riconosciuta e ri-classificata. Solo ora, preservata e catalogata, può essere vista per la prima volta come qualcosa di importante.

Con la parola ri-classificazione vorrei porre l’accento sull’idea che dalla bellezza e dal senso di meraviglia, si possa ripartire per trovare quel rispetto perduto e quella curiosità necessari al fine di preservare la natura che ci resta.
Riconoscere la bellezza che c’è nelle piccole cose è forse il primo passo per rendersi conto della loro vulnerabilità. Riconoscere la fragilità dell’equilibrio della natura, significa prendere coscienza della nostra stessa fragilità.
Ri-classificare attraverso la meraviglia significa tornare a respirare attraverso visioni di bellezza, per ricordarsi che la nostra aria viene dalle piante, anche quelle più insignificanti. Piccole pianticelle, erbacce e fiorellini senza nome, a cui dare rinnovata attenzione, diventano inaspettate visioni di bellezza che ci avvicinano ad una scienza ecologica più emozionale: senza piante non c’è respiro, non c’è vita, non c’è uomo.

INSTALLAZIONE
L’installazione sarà concepita in situ nella location della mostra, per meglio adattarsi agli spazi disponibili. Il “disegno” finale, costituito da vasi, scatole e teche sarà deciso a seguito di un sopralluogo e nei giorni dedicati alla creazione dell’opera presso l’Ateneo di Verona.
L’installazione sarà di grande impatto soprattutto per la moltitudine di oggetti che saranno distribuiti nello spazio dedicato al progetto.

INAUGURAZIONE E PERFORMANCE
In occasione dell’inaugurazione l’artista accoglierà il pubblico con un’azione performativa che darà vita ad una scultura vegetale la cui forma statica finale andrà a costituire parte dell’installazione complessiva. Un’azione semplice che permetterà un ulteriore sviluppo del progetto avvicinando il pubblico ad una dimensione più dinamica dell’opera.


PERCHÉ FINANZIARE IL MIO PROGETTO

Finanziare quest’opera significa riconoscere il bisogno di preservare, conservare, rispettare.
Questo progetto vuole far riflettere sul problema dell’ossigeno nelle città scegliendo una prospettiva insolita, una prospettiva che non pone l’accento sul degrado, sulla disperante assenza di verde, sull’inquinamento, bensì sull’idea di bellezza che ancora ci circonda, concentrata e nascosta talvolta in piccolissime forme vegetali; e di come questa bellezza, effimera e senza pretese, sia di vitale respiro per tutti noi.


COME IMPEGNERO' I SOLDI RACCOLTI

Indicherò di seguito le principali voci di spesa preventivate per la realizzazione del progetto:

• Acquisto, reperimento e assemblaggio dei materiali che costituiscono l’installazione fra cui
libri, carta, spilli entomologici, scatole di legno, teche, vasi di vetro, e altri supporti che dovranno contenere i materiali vegetali raccolti direttamente in natura.

• Studio e ricerca dei materiali vegetali raccolti, reperimento di testi scientifici e consulenze presso l’Orto Botanico di Modena.

• Impaginazione e stampa del catalogo della mostra. Il catalogo, oltre a documentare iconograficamente la mostra, conterrà anche la storia del progetto e alcuni contributi scritti da curatori e critici. Una sezione del catalogo sarà inoltre dedicata a un’eventuale collaborazione con l’Orto Botanico di Modena.     
                        
• Produzione e stampa dei materiali pubblicitari cartacei e multimediali per la divulgazione dell’evento     

• Curatela dell’evento e ufficio stampa                                 

• Servizio di documentazione fotografica dell’opera
(le immagini realizzate saranno anche utilizzate all’interno del catalogo mostra)                
• Rinfresco e servizio catering offerto in occasione dell’inaugurazione     

• Trasporto e assicurazione delle opere


Alice Padovani

Alice Padovani

statement: Il lavoro di Alice Padovani è un diario visivo che si fonda sugli archetipi di orrore e meraviglia dove la memoria, collettiva, naturale o personale, ne diventa il punto di origine. Recuperare, catalogare, ordinare sono atti di memoria, strenui combattimenti per il controllo del tempo, misurati attraverso azioni artistiche. Nella complessità del suo operato l’artista va a ricreare un’intima enciclopedia affettiva in cui si intuiscono il tempo e la cura che dedica ai suoi fantasmi. Essa unisc...leggi tutto

Raccolti 1.230 € da 19 Sostenitori

Erano da Raggiungere 3.500 € entro il 02 Novembre 2015

SEMENZA - basic supporter

Il tuo nome sarà tra i sostenitori su sito web e catalogo.

10 €

RADICE - friend supporter

Riceverai una cartolina di ringraziamento con l’immagine dell’opera e il tuo nome sarà tra i sostenitori su sito web e catalogo.

20 €

GERMOGLIO - special supporter

Riceverai una copia del catalogo, una cartolina di ringraziamento con l’immagine dell’opera e il tuo nome sarà tra i sostenitori su sito web e catalogo.

30 €

ELLEBORO - supporter plus

Riceverai una stampa a tiratura limitata con l’immagine dell’opera (20x30 cm), una copia del catalogo, la cartolina di ringraziamento e il tuo nome sarà tra i sostenitori su sito web e catalogo.

50 €

TUIA - top supporter

Riceverai un disegno originale su carta (10x10 cm) con autentica, una copia del catalogo, la cartolina di ringraziamento e il tuo nome sarà tra i sostenitori su sito web e catalogo.

100 €

BETULLA - premium supporter

Riceverai un disegno originale su carta (15x21 o 20x20 cm) con autentica, una copia del catalogo, la cartolina di ringraziamento e il tuo nome sarà tra i sostenitori su sito web e catalogo.

200 €

QUERCIA - mecenate supporter

Riceverai un’opera originale (piccola installazione in teca di vetro o su carta 30x30 cm) con autentica, una copia del catalogo, la cartolina di ringraziamento e il tuo nome sarà tra i sostenitori su sito web e catalogo. Per ringraziarti del tuo grande sostegno l’opera ti sarà consegnata in occasione dell’inaugurazione.

300 €

FAQ

Immediatamente. Ti rimborseremo il contributo se l'obiettivo non viene raggiunto.
Una volta che il progetto che avete supportato è completato con successo. Noi facciamo del nostro meglio per assicurare che i proprietari delle campagne inviino le ricompense entro 3 mesi dopo la fine della campagna. I proprietari delle campagne sono responsabili per le promesse scritte nelle 'Ricompense'. È possibile contattare i proprietari della campagna direttamente per organizzare la consegna.
I pagamenti vengono gestiti da PayPal, uno dei sistemi di pagamento online più affidabili e più sicure. Non riceviamo i vostri dati di pagamento.