fermare il loop

Video, Natura morta, Animazione, 32
L'ordine consolidato degli eventi che si susseguono sempre uguali è instradato nei binari dell'abitudine e delle convenzioni, una curva circolare che ricomincia a ogni risveglio con una scansione temporale irreversibile, ombra del ripetersi di condizioni storiche e di epiloghi. Il delicato equilibrio relazionale e sociale accompagna l'individuo a seguire logiche e necessità esterne a se stesso, che rispecchiano un modello ideale. È nel coraggioso cambio di rotta che ci si può riconoscere diversi dal singolo ingranaggio di un meccanismo complesso. La metafora è un trenino giocattolo degli anni 60, oggetto vetusto e attuale, che narra percorsi individuali immutati fino ai nostri giorni, dove la smania per il consenso piega, più di ieri, a circoscrivere l'esistenza al successo. Il segno che viene ricordato dall'installazione è l'ensò, simbolo sacro del buddismo zen che può essere tracciato aperto o chiuso e nel caso in questione esemplifica una scelta esistenziale.

Piace a 9

Commenti 5

Benedetta Spagnuolo | Art Curator
8 anni fa
...forse tra quelli che merita piu la finale..
Stefano Giovannone
8 anni fa
ottimo, complimenti
Stefano Giovannone
8 anni fa
ottimo, complimenti
ID: Ur5o
8 anni fa
ID: Ur5o Artista
grazie di cuore
il conosciuto, le tranquille mura della comodità sono una galera tremenda. Penso ai miracoli dello sviluppo tecnologico e quanto abbia influito alla chiusura verso l'ordine schematico, alla circoscrizione tribale. Per la libertà ci vuole un coraggio pazzesco, capacità di adattamento e disponibilità al sacrificio.
ferdinando sorbo
8 anni fa
il circolo è il simbolo dell'abitudine e del già stato,del conosciuto,un ritorno sù se stesso,che ci mette al riparo dalla nostra alienazione esistenziale,e dalla paura dell'imprevisto...

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login