Sinestesia

Sinestesia

Attraverso questo progetto ho cercato di traformare il fenomeno sinestesico da disturbo percettivo quale è a possibile “rimedio” per un’altra patologia neurologica: l’Alzheimer.
Il lavoro consiste in un’installazione audio-visiva, nella quale, al premere di uno dei tasti dell’ottava centrale del pianoforte, si accende una lampadina colorata. La corrispondenza suono colore da me ricreata sulla tastiera ricalca quella elaborata da A. Scriabjin nei primi del ‘900.
Le melodie performate consistono in quei pochi stralci di canzoni che alcuni anziani affetti da demenza di tipo Alzheimer sono riusciti a conservare nonostante la malattia. Le registrazioni delle loro voci sono state fatte presso l’Istituto Geriatrico Camillo Golgi di Abbiategrasso, grazie alla collaborazione della pianista e musicoterapista Lucia Corno.

Piace a 3

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login