Dionysios

Video, Simbolo / Lettera, Filmato, 2:35
Il film L’eternità e un giorno (1998) di Théo Angelopulos (Atene,1935) è il punto di partenza per una riflessione sul racconto del tempo e sull’eterno presente dell’immagine filmica che vive nel suo ripetuto svolgersi.
Dionysios (2009) suggerisce una possibile reinterpretazione emozionale e visiva della poetica di Angelopulos, offrendo la visione di un tempo dilatato, calmo e pervaso da atmosfere malinconiche. Le immagini, quasi immobili, immerse nello scorrere della narrazione, si soffermano in una silenziosa conversazione con citazioni del film animando un discorso libero e interminabile sul mondo.
Le inquadrature, quasi sospese, si manifestano intorno a poche e semplici cose. Questa peculiarità, che contraddistingue il regista greco, si riflette in Dionysios, offrendo uno sguardo inedito sul mondo senza bisogno di alcun espediente eccezionale.
Una filosofia che stride con l’epoca contemporanea caratterizzata da una parte, dalla spettacolarizzazione della cosa più banale e, dall’altra, dalla frenesia di un tempo che sembra correre in una società satura di nulla.

Piace a 19

Inserisci commento

Commenti 7

Annamaria Papalini
9 anni fa
Una doppia apertura visiva che fa sprofondare il pensiero in sè stesso, donando attimi d'eternità in tutta la propria fragilità.
Commossa...............grazie
jaya  suberg
9 anni fa
jaya suberg Artista
cool...interesting...love, jaya
Helga Kalversberg
9 anni fa
congratulation !
nicoletta acerbi
9 anni fa
Ottimo lavoro. concordo.....
pino spadavecchia
9 anni fa
Poesia contemporanea. ottimo lavoro-
dec
9 anni fa
dec Artista
...di sicuro ho pianto.
MARIA CHIFFI
9 anni fa
MARIA CHIFFI Artista
é Meraviglioso... Emozione Pura! Grazie

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login