Gli Osservatori

Gli Osservatori

Le città del mediterraneo. La banchina di un porto, il mare che unisce o che divide. La vita che scorre nelle facce brune di chi osserva e parla, forse con parole vuote. Figure grigie. L’osservatore, muto, è solo nella dura ricerca di sé. Quella dura ricerca in solitudine darà colore alla sua vita.
“Conosci te stesso” proferiva l’oracolo. Conosci te stesso e vivi.

Piace a 7

Inserisci commento

Commenti 6

Jo Ravizzotti
9 anni fa
Jo Ravizzotti Artista
mi piace questa intimistica visione della vita..una preparazione interna per affrontare le cose che capiteranno lungo il difficile percorso del vivere. bel lavoro
Aldo Berardi
9 anni fa
Aldo Berardi Artista
Carissimo Carlo
non ci conosciamo ma apprezzo molto il tuo commento. Il mare suscita sempre, nel mistero delle sue profondità, le paure di un mondo "altro", ostile, dove da tempo immemore l'umanita trae la vita. Tuo padre ne rappresentò la paura della fame e della solitudine, in tempi dove andare per mare era rischiosissimo; sono lieto di avere percepito, anche se solo in parte, il suo medesimo spirito. Grazie ancora per i complimenti.
Carlo D'Orta
9 anni fa
Carlo D'Orta Artista
Mio padre, che per hobby realizzava bellissimi bassorilievi in ceramica, una volta realizzò un gruppo di donne con i vestiti al vento su un molo, che guardavano spaventate verso l'osservatore, in realtà verso un nero mare in tempesta, nell'ansiosa attesa dei propri mariti pescatori. Il soggetto qui è diverso, ma il profondo significato del molto per i gruppi di persone è lo stesso: al di là del molo c'è la nostra intimità più profonda. Bravo, bel lavoro
Sandra D'Angelo
9 anni fa
Sandra D'Angelo Artista
wow mi piace un bel po!
maurinomangiapanino
9 anni fa
ma che hanno da guardare???
Michael Pratt
9 anni fa
Michael Pratt Artista
nice observation

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login