andiamo alla deriva

andiamo alla deriva

E’ incredibile la superficialità con cui vengono usati i nuovi parametri per la misurazione dell’inquinamento delle acque in Lombardia. E’ di pochi giorni fa l’ultimo bollettino dell’ASL locale che dichiarava tutte le spiagge balneabili sul lago d’Iseo compresa quella di Vello (località filanda) che si è invece scoperto avrebbe inquinato la vicina falda (pozzo) della piccola frazione di Marone, tanto da vietarne l’utilizzo. “Tre ragazzi si tuffano nelle acque inquinate del lago. In lontananza si scorge una zattera. Una piccola, insignificante zattera a galla nel lago d’Iseo? Allora! Andiamo alla deriva? Ok?

Piace a 14

Commenti 5

Dem Wolfe
9 anni fa
Dem Wolfe Artista
Rocking Fun! awesome work...
Bettina Patermo
9 anni fa
Bettina Patermo Artista
FANTASTIC WORK, COMPLIMENTS !!!! VOTED !!!!!!!!
massimo casalini
9 anni fa
al peggio non c'è mai fine. E quel che è peggio, ci si abitua al peggio con indifferenza inaccettabile...
Ciao!
Marco Cabalinguista Roascio
9 anni fa
Se non fossi stato spettatore, proprio questa settimana, di un triplice tuffo da parte di altrettanti spensierati ragazzi nelle acque oggetto di riflessione in quest'opera,non mi renderei conto della portata di denuncia che l'opera, quasi un reportage giornalistico, porta con sè.
E' verosimile, tuttavia, che il concetto espresso ( e sapientemente rappresentato con l'uso della zattera ) rappresenti acque ben più estese di quelle che bagnano la sponda bresciana del Sebino.
Kim  Leutwyler
9 anni fa
Kim Leutwyler Artista
i get the drift ;)

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login