Le impronte del silenzio. Roma-Anfiteatro Flavio e via dei Fori Imperiali

Le impronte del silenzio. Roma-Anfiteatro Flavio e via dei Fori Imperiali

Nascoste, o addirittura scomparse, le forme di palazzi, piante, auto, strade, parchi, lampioni; i colori smorzati, uniformati nel bagliore del bianco. La neve è scesa mentre gli occhi erano chiusi. Orme di scarpe impresse; bordi soffici e compatti su cornicioni, davanzali e parapetti; senza alcun rumore la neve ha coperto ogni superficie, imprimendo ai luoghi la propria passeggera presenza.
Precaria la neve di città, dove viene spalata e attraversata, dove non forma giacciai; allora perché non “congelarne” l'essenza, il suo non essere solo fenomeno atmosferico ma luogo che si impone e dispone sugli altri?
Neve come emblema, elemento capace di improntare a sé il reale, modificandone la superficie, quell'esteriorità spesso caotica e aspra che rigetta la calma.

Piace a 30

Inserisci commento

Commenti 9

Giancarlo Caporali
9 anni fa
Bellissima!!
pino spadavecchia
9 anni fa
Rimane piacevole continuare a sognare con le tue opere. Brava.
Orodè Deoro
9 anni fa
Orodè Deoro Artista, Performer
Bella Barbara!!!
Michael Pratt
9 anni fa
Michael Pratt Artista
incredible depth of creation
cosimo leo
9 anni fa
cosimo leo Artista
brava
Anna Caruso
9 anni fa
Anna Caruso Artista
interessante estrapolazione, votata quest'opera!
LUMINITA GLIGA
9 anni fa
LUMINITA GLIGA Artista
Complimenti ;)
Masri - NEUTRAL-ISM
9 anni fa
ti voto! complimenti molto bello.
maurinomangiapanino
9 anni fa
la voto perchè è una visione evolutiva,esce dagli schemi
bravo
maurinomangiapanino

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login