Calypso

Calypso

Installazione, Nudo, Libertà, Figura umana, Fantasia / Visionario, Video installazione, 100x190cm
“Calipso, inclita Diva, in cave grotte
Mi ritenea, mi ritenea con arte”.
(Omero, Odissea)

Calypso è il primo esperimento di Interactive Photomapping sviluppato da Nicola Buttari e ManuelaGiorgia, presentato al pubblico.
La serie fotografica, realizzata nel 2016, nasce come riflessione sulla corporeità e sull’identità, mettendo in gioco la fisicità dell’immagine fotografica, con l’azione performativa e gli aspetti generati dall’espressione digitale.

Il punto di partenza è il corpo, la materia, collocata nello spazio e nel tempo e lasciata alla sua possibilità: il movimento. L’azione cinetica e l’automatismo della macchina si incontrano, i soggetti e gli oggetti dell’azione performativa e fotografica si scambiano. Il flusso alterno della fase di ripresa si rinsalda nel processo di scelta dell’immagine finale. Oltre il contesto in divenire dello scatto, il segno che si mostra è per l’appunto un “monstrum”, diverso dai soggetti e dagli oggetti originari ripresi dal medium. Una commistione di maschile e femminile, di umano e disumano, o forse di alieno o comunque qualcosa di difficilmente classificabile oltre il suo mostrarsi stesso.

Calypso è generato da un processo di interazione e di scambio ancora insufficiente a determinarlo. Possiamo osservarlo statico nello spazio e nel tempo, ma non può esistere ancora senza il proprio stesso mutamento. Ad infierire, o ad “indeterminare” la sua posizione nel suo stesso spazio all’interno della superficie in cui appare, interviene l’azione del photomapping, che lo modifica in modo impermanente. Input visivi ed elettronici ridefiniscono in un ossimoro l’assenza di identità di Calypso, o semplicemente la continua necessità di ricerca e l’accettarla come dinamismo e come flusso, rinunciando alla determinazione come necessità.

Piace a 4

Commenti 1

ManuelaGiorgia
4 mesi fa
ManuelaGiorgia Artista, Fotografo

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login