In

Un cubo di cm 30x30x30 in plexiglass nero lucido, all’ interno del quale è collocato un cono di cartoncino nero con un’immagine realizzata con carta di riso colorata che ricorda un embrione umano. L’immagine è retroilluminata da un led a luce ad intermittenza e dissolvenza ; il riflesso della luce è moltiplicato sulle pareti specchianti dell’interno, come in un caleidoscopio che introduce lo spettatore alla forma archetipa di un essere, all’ origine di qualcosa non ancora ben definito: “è solo l’inizio”.

Piace a 11

Commenti 1

Antonio Mercadante
1 anno fa
Chi è creativo stabilisce un rapporto ambiguo con la realtà che lo circonda in quanto, anche se facente parte di essa, ne modifica l'intensità creando mondi, suoni,forme che altrimenti non esisterebbero quindi... in qualche modo le disobbedisce. Un po' come un ragazzino che al contrario di quanto gli dica la mamma prende la sua bici e va alla scoperta...

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login