trentatreesimocanto

trentatreesimocanto

L’installazione è ispirata al XXXIII canto del Paradiso dantesco e racconta la ricerca del sacro tramite la dialettica dell’arte tra realtà e utopia, attraverso una rappresentazione indiretta fatta di accenni e frammenti allusivi, in dialogo con lo spazio che l’accoglie.
Seguendo la “via celeste” rappresentata da una lunga tela adagiata sul pavimento, accompagnati da una serie di figure antropomorfe, immagini dell’intera umanità, e da un a musica di sottofondo, i “visitatori” giungono infine (all’altare) ad un trittico che rappresenta con un’allegoria cromatica l’ascesa verso il Divino, meta finale di questo viaggio simbolico.

Piace a 3

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login