Manneken Pis

Durante il festival di Santarcangelo dei teatri, uno spettacolo in piazza, diretto dall'artista contemporaneo Tino Sehgal, presenta un ballerino che, nel concludere la sua performance urina in piazza, davanti a tutti. Scoppia la scandalo. Alimentato dai media e sai social network, il caso fa il giro del web e finisce su tutti i giornali. Improvvisamente sono tutti critici d'arte, difensori di quello che si può o non si può mostrare durante un evento considerato "artistico", ma soprattutto di ciò che si può o non si può fare. A parlare sono soprattutto le persone che non erano presenti, che non hanno visto. A dimostrazione del ruolo dei media nel creare uno scandalo, partendo da una foto ingannevole o da un titolo sbagliato, creato per manipolare l'informazione, suscitare scalpore e direzionare l'opinione pubblica. La performance consiste in una lettura del materiale raccolto, articoli di giornali, comunicati stampa, frasi di facebook, commenti vari, a sfinimento, mentre vengono
proiettare su una parete le poche foto raccolte e diffuse dai media. Gli spettatori potranno così farsi un'idea totale o parziale dell'accaduto a seconda di quanto hanno voglia di ascoltare, a seconda di quanto si faranno influenzare delle immagini. La rielaborazione della realtà tramite i media e social network è al centro di questo lavoro che vuole portare al centro i preconcetti sociali riguardo alcune forme di azione, arte o nudità.

Piace a 4

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login