"Lost One"

"Lost One"

"Le cose cambiano, si dice.
Cambiano le stagioni, cambiano le mode, cambiano le automobili, le tecnologie... cellulari e i computer.
Cambiano i discorsi, le parole, i pensieri.
Le cose cambiano.
. Questo si dice .
Cambiano anche le persone, non solo le cose.
Le fossette simpatiche diventano lievi rughe( in compagnia di altre).
I folti e scuri capelli s'accendono di bagliori argentei.
Inforcare un anonimo paio d' occhiali per leggere un messaggio sullo Smartphone ( a cui si è già preventivamente ingrandito i caratteri...) diventa un bisogno più che un'abitudine.
Quel ritrovarsi un po incriccati ( perdonatemi il termine, che non esiste, ma rende un casino) quando, da coricato, tenti di alzarti scattante dal telo da mare in spiaggia , per esempio.
Oppure quando decidi, e sei tu che decidi ben inteso ( ed è un aggravante!) di aggregarti al gruppo di venticinquenni per un giro in rampichino ( il solito giro " niente di eccezionale, per stare in compagnia"), che alla prima salita li vedi solo piu' con un binocolo Zeiss professionale per cacciatori sfaticati)..
.O quando saluti il fidanzato della figlia del tuo migliore amico con un gran sorriso , una bel cinque a mezz'aria ed un "ciao, come butta? " , e lui ti dice "buongiorno".
Buongiorno ...? Ma a chi ?...
A te stupido !
Si, le cose cambiano, e non solo si dice.
Si capisce... Si capisce.
Il cambiamento però giova, ci fa bene, ci migliora.
Ci libera dalle abitudini.
Ci verifica , ci impegna corpo e mente , perché ci si deve adeguare.
Ci mette alla prova.
Vorrei allora dire "a mare" le abitudini, le consuetudini, i gesti replicati, la pasta a mezzogiorno., il pollo la domenica, il pesce il venerdì. Il caffè dopo la cena, la sigaretta dopo il caffè (ai più stereotipati ancora, dopo il sesso).
La pennicchella dopo il pranzo.
Il cerottino sulla graffiatina;
il sorriso e la mesta faccia di circostanza; i "quasi", "appena", "forse potrei", "magari si può",...
Si , a mare le abitudini.
Al diavolo.
Rimanere se stessi cambiando ogni giorno.
Sembra un paradosso, ma forse non più di tanto allora..perché in fondo cambiare vuol dire solo e soltanto accettare quanto accade a noi e intorno a noi, dentro di noi.
Accettare e capire,
soprattutto .

Le cose cambiano.
Lo dico anch'io."

Piace a 12

Commenti 2

marino felixg
4 anni fa
marino felixg Artista
Grazie a Tutti !!!
marino
Teresa Palombini
4 anni fa
Opera d'effetto!!

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login