Tutto Comincia Oggi

L’opera dal titolo "Tutto Comincia Oggi" descrive la ricerca di protezione da parte di una ragazzina indiana che viene accolta da una Dea Fenice che la guida nella ricerca di una nuova strada per liberarsi dalla paura impressa nella sua mano. Tramite l’accettazione di se stessa e la conoscenza del proprio corpo attraverso i centri energetici dei chakra la fanciulla comprende che l’unica via per rimuovere la sua paura è imparare a perdonare se stessa per riuscire a perdonare gli altri o l’evento del suo passato che le ha generato tale angoscia.

L’opera è accompagnata dal seguente racconto onirico - vedi video del dipinto con il racconto illustrato su you-tube o vimeo ai seguenti indirizzi:

https://www.youtube.com/watch?v=pNxit0vBoLg

https://vimeo.com/127731049

L'opera proposta per questo concorso affronta pertanto il tema del dolore e della paura i quali sentimenti possono essere affrontati dall'essere umano proprio attraverso il perdono.

Oltre alla realizzazione del mio dipinto dal titolo "Tutto Comincia Oggi", ho scelto anche il mezzo video e il racconto illustrato perché è secondo me quello che restituisce senza troppe mediazioni l’identità dei personaggi protagonisti, dove in essi la musica, i volti, le espressioni fanno parte imprescindibile della loro memoria storica.

Il mio dipinto e video con il racconto onirico proposto per il concorso Taboo 2015 prende spunto da un aforisma di un grande uomo della nostra storia; Nelson Mandela che pronunciò queste parole:<< "Il perdono libera l’anima, rimuove la paura. È per questo che il perdono è un’arma potente>>.

In questo mio dipinto ho cercato di trasferire i miei pensieri creando un mondo fantastico e onirico, dove i sentimenti e le emozioni viaggiano liberi, attraversati dalla forza rivelatrice del sogno e dalle diverse sfaccettature dell’animo femminile. In questa mia opera e raffigurazione la visione onirica diviene “terapia dell’anima e dell’esistenza” che ricongiunge l’osservatore al proprio spazio interiore stimolandolo a immergersi in mondi aperti all’ esplorazione e alla condivisione di sentimenti ed emozioni.

Sul sito di Saatchi art è possibile visionare alcuni particolari del dipinto proposto per questo concorso in quanto l'opera è realizzata con una tecnica particolare che prevede oltre alla pittura ad olio anche l'utilizzo di vari materiali, quali carte a rilievo, cordini colorati, paste e sabbie che conferiscono all'opera un effetto materico e ad alto rilievo. Vedi link al seguente indirizzo:
http://www.saatchiart.com/art-collection/Painting/Prints-opera-It-all-begins-today/789523/106144/view

Piace a 27

Commenti 5

francesca furin
4 anni fa
Molto, molto bello, complimenti!!!!
Alessandra Damiano
4 anni fa
Grazie Maristella Angeli e complimenti di cuore per i tuoi lavori. Sono rimasta incantata dai tuoi bellissimi alberi onirici. Mi piacciono tantissimo! Un abbraccio e buona pittura ! :)
Maristella  Angeli
4 anni fa
Maristella Angeli Premium Artista, Pittore
Complimenti Alessandra!
Molto affascinante e profondo.
Alessandra Damiano
4 anni fa
Grazie Teresa, concordo in toto! In effetti la capacità di perdonare non è scontata e richiede un percorso di elaborazione molto lungo...tuttavia credo davvero nel suo potere liberatorio, in quanto portarsi il rancore a vita per un torto subito significa emotivamente vivere con una catena al collo...ed è qualcosa che ci fa male, in primis a noi stessi. E' vero, Il perdono è un'arma potente , proprio perchè ci porta a scendere a patti con noi stessi e anche con gli altri, acquisendo la consapevolezza che l'essere umano è fatto simultaneamente sia di lati positivi ma anche di molti lati negativi...Nella vita ognuno di noi impara a scegliere una propria strada per imparare a stare in equilibrio nel caos delle nostre emozioni e ambivalenze.
Teresa Palombini
4 anni fa
BRAVA Alessandra!!
Hai ragione il perdono è un'arma potente, ma non è sempre facile, la strada per raggiungerlo non è lineare e a volte è in salita. A parer mio è necessario un grande cuore e la consapevolezza che l'odio e la violenza non leniscono le ferite e a volte ci consumano e ci inaridiscono.

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login