I know how to wait

I know how to wait

(...) Questo lavoro sarebbe ironico, una ricostruzione di un rassicurante sogno maschile di concretezza, tra la pasta per la pizza e i cespi d’insalata. Sembrerebbe fare il verso agli autoritratti fotografici di Cindy Sherman, che, basandosi sulle immagini della donna nella pubblicità, nei telefilm e nelle riviste maschili, impersona la somma sintesi dello stereotipo femminile secondo l’occhio del maschio: debole, fragile, chiusa tra le mura domestiche e immancabilmente guardata dall’alto in basso. Eppure il lavoro di dell’artista non nasce da una ricerca sui modi di rappresentazione della donna e sulle immagini dei media, né vuole costruirne un controcanto ironico. Piuttosto è una risposta diretta alle richieste di uomini conosciuti in siti di incontri, un’interpretazione letterale dei loro desideri. I partners che si sono fatti avanti e contattato Veronica, hanno descritto i tratti della loro donna ideale e del setting erotico dove avrebbero voluto consumarla, fornendo istruzioni vestimentiarie e comportamentali con un livello di dettaglio pari solo a quello della ricetta da cucina (...) testo di Valeria Burgio

Piace a 12

Commenti 4

Felice De Sena
10 anni fa
Felice De Sena Artista
sul serio hai fatto questo? fantastico!
stefania ormas
10 anni fa
stefania ormas Artista
votata! belle foto ..
mario giorgianni
10 anni fa
bello, mi piace se non ironica comunque una rappresentazione surreale ma non troppo...
Fabrizio Caboni
10 anni fa
Fabrizio Caboni Artista
bellissimo lavoro e le note sull'opera, complimenti! a presto fabrizio

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login