Remember to re-Member

Remember to re-Member

L’opera emerge dall’intuizione per cui ogni ricordo, positivo o negativo, compie un percorso di dolore, in quanto anche i ricordi positivi si accompagnano ad un affetto negativo, che consiste in una certa quota di malinconia nella loro evocazione.
Questa mistione fra affetti positivi e negativi che accompagnano il ricordo, molto più che semplicemente influenzare il processo di classificazione delle memorie, finisce per dirigerlo, facendosi “patina dorata” che conserva o rimuove particolari distorcendo la realtà dei fatti a seconda delle esigenze della psiche.

La chiave di lettura dell’opera diventa, quindi, la consapevolezza che tutti i ricordi siano di per sé dolorosi.

Essa si propone di rendere immagine questo processo di selezione degli aspetti positivi e negativi dei ricordi, che nella mente avviene in maniera inconsapevole e fugace.

La barra in foglia d’oro posizionata sull’immagine è di per sé concreto oggetto prezioso ed al contempo elemento coprente, che cela figure e parti della scena.
Le sezioni non visibili sono al tempo stesso impreziosite e coperte da una coltre dorata.

Piace a 10

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login