Wake up

Wake up

Per realizzare questo quadro a olio sono partito da fotografie di reportage che sono state censurate dai mass-media ufficiali e anche da certi siti internet. Oltre all'aspetto di denuncia, a quello simbolico della purezza che viene gettata a terra, dimenticata tra le macerie, questa serie si intitola Reality show, perchè vuole essere principalmente una riflessione sull'utilizzo dei mass-media e sul confine, a volte invisibile, tra la realtà e la finzione, e su come oggi l'estetica influenza fortemente l'etica.

Piace a 33

Inserisci commento

Commenti 83

jaya  suberg
10 anni fa
jaya suberg Artista
fantastic work...love, jaya
Emilio Lovisa
10 anni fa
Emilio Lovisa Artista, Fotografo
Good for you Tommaso for having the courage and insight to express what you feel. If images like that one were made public I think there would be less atrocities happening in this world. It is pointless not to show the truth, however horrific it may be. Only when the horrors of war are shoved in people faces will you get the right reaction.
biagio castilletti
11 anni fa
l'arte è comunicazione, e a volte si deve avere il coraggio di prendere certi argomenti scottanti.
Axolotl
11 anni fa
Axolotl Gallerista
Tommasso,
It is ironic, as you say, that such a powerful image, with its potential to shock large numbers of people out of their complacency and complicit acceptance of wars supposedly carried out in their name has been censored. Only two works of art have ever made me cry and for very different reasons, the first time I saw Michaelangelo's dying slave I was moved by the beauty, when I think about your image of the child's severed head I weep for the horror and futility.
Axolotl
11 anni fa
Axolotl Gallerista
Tommaso,
I think your Reality series is the most shocking thing I have ever seen and that is obviously the point you were trying to get across. We have through the media become almost completely de-sensitised to war especially when it is air-brushed to the extent that it is in recent conflicts in Iraq and Afghanistan. I think your work is a real wake up call on a par with the famous photographic image of the naked screaming Vietnamese child which so shocked the previous generation.
mario_c
11 anni fa
mario_c Artista
.................. intensa e lascia senza parole. La sento molto. Complimenti.
ADRIA
11 anni fa
ADRIA Artista
Forse e me lo auguro, qualcosa d utile è l'informazione cioè spiegare a parole o scritto senza dover ricorrere a immagini di bambini morti (anche nel rispetto di quelle povere anime) cosa è la guerra e la fame nel mondo e su internet possiamo trovare notizie
ADRIA
11 anni fa
ADRIA Artista
Non credo che sia necessario mostrare immagini molto forti, come questa ad esempio, per far capire alla società cosa è la guerra. E' inutile girarci attorno l'essere umano di principio è egoista, anche negli atti di volontariato o di beneficenza, cmq speriamo sempre in un ritorno. Con l'andare del tempo immagini forti come questa non saranno di alcun effetto per nessuno, (purtroppo) questo perchè ci faremo l'abitudine e saremo sempre presi dal nostro andare di fretta e dalla ns quotidianetà.
paolo  zanettin
11 anni fa
paolo zanettin Artista
in bocca al lupo!
massimopastore
11 anni fa
massimopastore Artista
Dunque spegniamo la televisione e leggiamo di più i giornali

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login