L'Arte prevalente (0917)

L'Arte prevalente (0917)

Note sull'opera:
Le relazioni tra la danza (e dunque la musica), la pittura, la grafica, in un preciso progetto, “L’Arte prevalente”, affiorano e si intrecciano nelle immagini senza delimitazioni ne’ confine, con in più il fascino della inafferrabilità e fugacità del sogno: il nudo femminile è percepito non nella sua scontata seduzione, ma nel battito vitale (forse come simbolo o archetipo), nelle onde di un movimento accennato e perduto, in un indice vorticoso che quasi ne nega il sesso, l’ identità, la bellezza, ma non la forza e il palpito della sua componente “umana”.
Figura umana perciò dominante, collocata volutamente in spazi violenti (l’ atelier dello scultore Giorgio Bevignani) oppure metafisici e algidi (un Museo d’Arte Moderna)...
Così, infine, le immagini dell’ artista di origine salentina, ci ricordano tutte come ”Arte” possa essere anche il breve racconto di un respiro, il riverbero di una emozione folgorante, il frammento di un sogno, che la macchina fotografica congela e in qualche maniera annienta.
Solo in questo modo ciò che si disgrega si consegna altrove.
E, ultimo brandello di vita, entra definitivamente nel mistero.

Annamaria Contenti

Piace a 17

Commenti 5

A&D ART GALLERY
10 anni fa
A&D ART GALLERY Gallerista
Impossibile seguire la velocità dei cambiamenti... e spesso non necessaria :) .. bel tema. Buon lavoro!
Complimenti!
giancarlo crocicchia
10 anni fa
Forse è proprio questo il segreto del nostro tempo...rimanere in equilibro stabile nonostante tutto intorno a noi cambia ad una velocità impossibile da mantenere. non ho dubbi sull'efficacia di una visione diretta..parliamone.
nadzan
10 anni fa
nadzan Artista
...ancora complimenti...lavoro eccellente!!
Antonio Delluzio
10 anni fa
Mantieni il tuo equilibrio anche quando il "piano" è inclinato. Voto con piacere questa foto
Christiane Bernreuther
10 anni fa
I like this one, very good!

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login