Colazione da Meret

Colazione da Meret

Pittura, Vizi, Politico/Sociale, Tecnica mista, 50x100cm
L'opera rimanda al consumo inconsapevole del cibo. Non abbiamo idea di cosa ci nutriamo o cosa beviamo, tuttavia continuiamo tacitamente ad accettare che i cibi o le bevande prodotte dall'industria dei consumi alimentari e fortemente promossi dalla pubblicità, siano alla base della nostra alimentazione. Scrivere parole all'interno di un opera fa sì che si verifichi l'incontro di due linguaggi: scritto e visivo, con tecniche che rimandano al messaggio pubblicitario. I riferimenti sono a quel ramo della pop art rappresentato da Claes Oldenburg che individua il consumismo proprio nell'elemento cibo e all'arte di Meret Oppenheim. Soprattutto mi riferisco alla "Déjeuner en fourrure" dove un oggetto di uso comune come una tazza, realizzata per servire del tè, è praticamente inutilizzabile, poiché internamente è rivestita di pelliccia. I molti elementi che coesistono nell'opera vogliono testimoniare quanto sia attuale il messaggio sociale riferito alla contaminazione tra arti visive e spettacolarizzazione dei beni di consumo.
Non ci sono mi piace

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login