Chiunque abbia vissuto intensamente la propria vita, non è né perso, né scomparso, né morto.

L’opera è un omaggio ai 30,000 desaparecidos di Argentina e alle Madres di Plaza de Mayo che lavorano tuttora a realizzare le idee rivoluzionarie dei figli. “La nostra università insegna a fare politica etica, fondata su amore e i diritti dell’altro. I giovani pensano che la politica sia di quelli che rubano. I nostri figli ci insegneranno che la vita vale quando la metti in gioco per lottare per gli altri. La forza viene dalla solidarietà.”

Carboncino, inchiostro e acrilico su carta (150cm x 600cm) sospesa in un cerchio 200cm di diametro. Veli di dimensioni vari con testi dipinti in acrilico.

Piace a 6

Commenti 2

Jaquelina Pievaroli
10 anni fa
Bella, Bellissima.
Ho potuto parlare con amici argentini che mi hanno raccontato il terrore che vedevano negli occhi delle loro madri.
Incrocio le dita perché possa realizzare il tuo progetto.
Ciao
JOSE CARLOS ARAOZ
10 anni fa
la idea es muy buena espero que puedas realizar esta installazione, auguri Josè

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login