ACCADEMIA MILITARE DI MODENA: "GIURAMENTO" 15 Marzo 2013

ACCADEMIA MILITARE DI MODENA: "GIURAMENTO" 15 Marzo 2013

Pittura, Libertà, Figura umana, Acrilico, 80x100x4cm
15 Marzo 2013, La Gazzetta Di Modena: http://gazzettadimodena.gelocal.it/cronaca/2013/03/15/news/il-149-corso-coraggio-ha-giurato-in-accademia-1.6704421

IL 194º CORSO CORAGGIO HA GIURATO IN ACCADEMIA (Gli allievi militari hanno sfilato a palazzo Ducale. La cartolina celebrativa della cerimonia è stata realizzata da Maria Cristina Baracchi) .

Modena è sede da sempre del prestigioso istituto dell'Accademia Militare che provvede alla formazione dei futuri ufficiali dell'Esercito e dell'Arma dei Carabinieri.

Quest'anno l'opera raffigurata nella locandina e nelle cartoline dedicate al “giuramento” del 194esimo corso Coraggio che si è tenuto stamattina presso la sede del Palazzo Ducale, è stata realizzata dall'artista modenese Maria Cristina Baracchi, la quale ha interpretato l'esigenza di comunicare i sentimenti che guidano l'importante scelta di servire la Patria: determinazione, consapevolezza, umiltà, coraggio, tutti in un'unica esperienza di vita che emerge sul volto dei due generali, simbolicamente in secondo piano ad onorare il loro allievo in procinto di intraprendere il medesimo percorso nell'Esercito e nell'Arma dei Carabinieri.
Il sorridente cadetto in primo piano guarda al proprio futuro: un futuro pregno di esperienze sul campo e di grandi responsabilità, affrontate con serenità e soddisfazione.

La cerimonia si è tenuta alla presenza del Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale Claudio Graziano e del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale Leonardo Gallitelli, gli Allievi Ufficiali del 194° corso “Coraggio” hanno prestato giuramento di fedeltà alla Repubblica.

Durante il suo intervento, il Ministro Di Paola, ha sottolineato come : “qui in Accademia apprenderete l’arte del Comando, ma ancora più importante, imparerete a diventare donne e uomini veri. Tra queste mura intrise di storia verranno riconfermati approfonditi e vissuti quei valori come Onestà, Fiducia, rispetto impegno a dare prima che a chiedere, coscienza dei propri doveri non solo dei diritti. Questi valori sono il fondamento di una Nazione. La nostra Nazione”.

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Binelli Mantelli, rivolto agli allievi ha sottolineato come: “i nostri figli sono le frecce che lanciamo verso il futuro. Le Forze Armate investono sui giovani e ai giovani affidano le loro fortune. Le Forze Armate rappresentano un'eccellenza ed un punto di forza dell'intero Paese”.

Il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale Claudio Graziano, dopo aver ringraziato il ministro Di Paola, il Capo Di Stato Maggiore della Difesa, il Sottosegretario degli Esteri, Staffan De Mistura, e l'amico Leonardo Gallitelli, “per essere qui oggi, nella casa madre degli Ufficiali dell’Esercito italiano e dell’Arma dei carabinieri”, ha rivolto agli allievi un incoraggiamento: “l’atto solenne di oggi rappresenta un altissimo onore e, insieme, un grande onere di cui dovete essere profondamente orgogliosi, ma anche pienamente consapevoli. La parte più gratificante della vostra carriera militare si svolgerà presso i reggimenti e le brigate che costituiscono il centro di gravità e l’autentica ragion d’essere della forza armata. Brigate dell'Esercito destinate ad essere proiettate e impiegate nei teatri operativi di oggi e del futuro ed è per questo che su tale componente operativa sono state concentrate la maggior parte delle risorse disponibili”.

Il Generale Graziano ha poi proseguito richiamando: “nella situazione che stiamo attualmente vivendo, noi abbiamo un unico dovere: essere di esempio al Paese per coesione e disciplina. La forza dell’Esercito consiste nel poter contare su uomini e donne che sanno intravedere in ogni sfida un’opportunità evolutiva e un’occasione per migliorare sé stessi, la nostra forza armata e l’intero paese”.

Nel suo intervento, il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale Leonardo Gallittelli, ha ricordato “la gratuità del dare, propria di chi porta le stellette” e rivolgendosi agli allievi, ha sottolineato: “sarete un riferimento per tutta la comunità nazionale, perchè a voi, la gente guarda con fiducia, e voi sapete esprimere quella fiducia nel futuro che oggi sembra essersi affievolita”.

Il 194° corso è dedicato al Generale Rosario Aiosa, medaglia d’oro al valor militare, massima espressione del “coraggio” da cui prende appunto il nome il corso che ha appena giurato. Il Generale Aiosa ha partecipato alla cerimonia in qualità di “padrino” del corso.

Il 194^ corso è composto da 198 allievi Ufficiali, di cui 24 donne. Tra questi, nove sono gli allievi provenienti dai Paesi stranieri: Afghanistan, Giordania, Armenia, Tailandia, Azerbaigian, Niger.

Piace a 4

Commenti 3

franco fasano
6 anni fa
franco fasano Artista
Molti complimenti!
giulio micheletti
6 anni fa
complimenti
Fabio Cappellini
6 anni fa
Fabio Cappellini Artista, Fotografo, Giornalista
Complimenti Maria Cristina, direi che è una gran bella soddisfazione .

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login