L'ORA DEL MARE

Il medico Thomas Wayne si reca al cinema con la moglie Martha e il figlio di otto anni Bruce. All'uscita dalla sala, i tre vengono rapinati da un malvivente che però spara, uccidendo i coniugi di fronte al bambino. Traumatizzato, il piccolo promise un giorno di vendicarsi e combattere i criminali. Questa è la storia del famoso Batman rappresentato nel “L'ora del mare” in maniera inedita e “antihollywoodiana” L'idea della fine con protagonista l'eroe dei fumetti più amato della storia. “The End” può avere strade diverse, intersezioni inaspettate, ambigua, cupa e luminosa. Batman fisicamente ferito e distrutto dal dramma infantile che lo ha creato, vive la sua complessa natura attraverso una sorta di incubo folle e viscerale accompagnato dal sorriso sardonico del suo acerrimo nemico, il Joker. Ma sopratutto attraverso una perversa e ossessiva masturbazione feticista con l'arma che ha creato il suo enorme dolore. La pistola. Solo con l'arrivo della luce del sole, ma sopratutto con la visione del mare, le ombre e gli incubi della notte si placano.

Piace a 7

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login