Dea che arde

Dea che arde

Pittura, Politico/Sociale, Olio, 60x50cm
Dea che arde
Arde Ardea nel ghiaccio dell’astio
Arde l’ocre tufo stuprato dal grigio cementizio
Arde l’airone inquinato dall’oblio
Arde la storia,
arde l’arte,
arde l’onore
… Arde a cenere il civile raziocinio
Arde… Arde l’anima di un paese che si estingue
nella pigrizia,l’omertà,il “menefreghismo”…
Un paese che si estingue
prima ancora di essere stato costruito.
Arde… Arde la voce,
la voce di un suo figlio,
pur se adottivo,
che grida il suo canto…
Il suo canto di dolore,
di dolore e di speranza…
La speranza nell’amore,
l’amore che non brucia,
ma che, nel fuoco,
germina, insorge… e avanza.
La speranza che prima,
anziché poi,
da tanto ardere…
dalle sue ceneri rinasca un’altra Ardea.

Piace a 4

Commenti 1

Waldemar Dabrowski
8 anni fa
Very nice...!

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login