Amleto salta nel buio. Azione pittorica n.1 con Performazione, percussionista e sassofonista.
Festivals, Roma, 13 settembre 2013
Amleto salta nel buio.
Azione pittorica n.1 con Performazione, percussionista e sassofonista.

Opera di Orodè Deoro con:
Azione pittorica: Orodè Deoro
Performers Corpo-Voce: Antonio Bilo Canella e Alessia D'Errigo
Percussionista: Ennio Romolo Epifania
Sassofonista: Gianni Cellamare
Mimmo Galizia (sound engineer)

Manifestazione: “Hai paura del buio?” Festival 2013
Direttore artistico: Manuel Agnelli
Data: 13/09/2013
Orario: 18.00 – 24.00
Luogo: AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA | Cavea e Sala Petrassi
Indirizzo: Viale Pietro de Coubertin, 30 | Roma
Biglietti: Prezzo intero escluso dir. Prev. (min - max): 20.00 € - 20.00 €

Opera selezionata da Frattura Scomposta, partner organizzativo oltre che media partner della manifestazione. In collaborazione con: E-lite studiogallery Galleria Arte Contemporanea.

"Amleto salta nel buio", è un evento pittorico-musical-teatrale che nasce dalla interazione sul palcoscenico del pittore Orodè Deoro con il collettivo romano di Performazione, una forma di Teatro del futuro, composto dall’attore Antonio Bilo Canella e dalla poetessa e attrice Alessia D’Errigo, e con il duo pugliese Jump in the dark, composto dal sassofonista Gianni Cellamare e dal percussionista Ennio Romolo Epifania. Il folle virtuosismo delle "Azioni Pittoriche" di Orodè Deoro si intreccia con la totale improvvisazione (Performazione) in Corpo e Voce di Antonio Bilo Canella e Alessia D'Errigo, e le musiche dal vivo dei Jump in the dark, creando una narrazione onirica e tridimensionale, che permette allo spettatore di contemplare "un'opera nel suo farsi", di assistere alla nascita di un mondo dal nulla.
Unico riferimento, in questa performance, concepita da Orodè esclusivamente per il Festival, sarà la straordinaria e archetipica vicenda dell'"Amleto", visto come contemporanea riflessione sul crollo delle civiltà e i vuoti del potere. Questa è l’idea per questa nuova azione pittorica di Orodè Deoro, da anni impegnato a esplorare le potenzialità della pittura dal vivo in relazione alla musica (in improvvisazione, o durante l’esecuzione di concerti), al teatro e alla parola poetica.

“Vogliamo trascinare il principe indeciso a ragionare di rivoluzione, ad affrontare l’idea di Stato e Governo, a immaginare la relazione tra responsabilità, potere e individuo. Tutto ciò conviverà con le urla, le lacrime e la gioia dei giovani rivoluzionari sinceri che calcano le assi del palcoscenico.”
Come sempre nella pratica della Performazione, gli attori, dopo uno studio estremamente approfondito dei testi di riferimento, vanno in scena senza alcun copione. Usando il linguaggio della danza, del cabaret, del teatro classico, nonché delle avanguardie del tardo novecento, si costruisce davanti al pubblico lo spettacolo/risposta ai quesiti posti dai testi e dagli argomenti posti in studio.

La fusione dei due attori con i due musicisti e con il pittore in scena non crea uno spettacolo teatrale ma una performance multidisciplinare irripetibile che ruota e vive intorno all’azione pittorica, fino ad attraversarla. Ed è questo l’apporto inedito, l’originalità dell’evento, la scoperta del pittore.
Tutto quello che vedrete sarà Irripetibile!

BIOGRAFIE

Orodè Deoro nasce a Taranto nel 1974, vive e lavora a Lecce. Artista autodidatta ed eclettico, si occupa di mosaico, pittura e action painting in spettacoli multidisciplinari. Il critico Gian Ruggero Manzoni afferma che «Orodè si pone con un segno disperatamente poetico, testimone della fine di un’epoca». Tra i suoi caratteristici mosaici in ceramica, con tecnica ad intarsio e trencadis, notevoli quelli presso la Casa-Museo Vincent City, a Guagnano (LE), corrono per oltre 250 mq sulla superficie muraria interna ed esterna della struttura. Altri mosaici permanenti sono stati realizzati in occasione di festival d’arte, come Ar(t)cevia- International art Festival, ad Arcevia (AN), dal 2008 al 2011. Nel 2012 ha condotto i lavori di riqualificazione in piazza Dante Alighieri a Lecce, in qualità di maestro del mosaico. Tra le sue principali mostre segnaliamo Premio Celeste (collettiva con i finalisti del Premio Celeste), alla Fabbrica Borroni di Bollate (2009), e L’impossibile Bene, al Teatro Palladium di Roma (2010). Tra le sue esibizioni di action painting si ricordano: VariAzioni belliche (durante il Festival Linea 35), presso il Teatro Sala Uno di Roma (2011), col progetto Impromptu Theatre fondato con la poetessa e attrice romana Alessia D’Errigo e, sempre nella Capitale, Bruciando Bruciando, al Teatro Valle Occupato (2012). Le sue azioni pittoriche, ospitate in Festival, teatri e gallerie, lo hanno portato ad esibirsi con musicisti del calibro di Paolo Fresu, Virgil Donati, Paolo Damiani, Nicola Stilo, oltre a gran parte della nuova scena musicale salentina. Nel 2009 ha vinto il Premio Nazionale Enzo Fani (sezione pittura), indetto dall’Akkademia dei Prossimali, e il Premio Celeste Voto Online.

PERFORMAZIONE. Composta da ANTONIO BILO CANELLA e ALESSIA D’ERRIGO

Antonio Bilo Canella è formato come attore, scrittore e regista. Ma sopratutto è Ricercatore. Da piu' di ventanni esplora la natura dell'evento artistico e fondamentali sono state le sue residenze in Tibet nel monastero di Lamayuru e in Messico presso gli Indios Tarahumara. Quindici anni fa la sua ricerca si concretizza nella Performazione, nuova forma di Teatro che oltrepassa i confini della tradizionale improvvisazione teatrale per toccare territori del tutto nuovi e sconosciuti. Nel 2006 assieme ad Alessia D'Errigo fonda il CineTeatro di Roma, struttura di formazione, produzione e ricerca in campo cinematografico e teatrale. Ne è proprietario e la dirige. E' anche padre di due meravigliosi bimbi. http://www.cineteatro.it/

Alessia D’Errigo. Ricercatrice in campo teatrale e cinematografico, scrittrice. Dopo un percorso classico come attrice inizia una ricerca personale sull’atto scenico e sulla reale necessità del suo manifestarsi. Nell’ambito teatrale la sua ricerca si dirige verso l’esplorazione degli archetipi femminili. Lavora, molto spesso riscrivendo o in totale improvvisazione, sulle figure più importanti della drammaturgia teatrale (Ibsen, Pasolini, Lorca, D’Annunzio) e sui testi della Woolf, della Kane, della Dickinson, Merini, Sexton, Plath, Rosselli… portando in scena vari spettacoli. Da anni porta avanti un intenso lavoro sulla poesia scritta e parlata. La sua ricerca si estende anche verso il cinema e la performance video. Mel 2004 apre, insieme al suo compagno, l’artista e regista Antonio Bilo Canella, il “CineTeatro di Roma”, centro di ricerca, formazione e produzione in campo teatrale e cinematografico. Proprio al CineTeatro inizia un lungo percorso sull’improvvisazione totale (la Performazione) e nello specifico sull’Improvvisazione poetica. Nel 2011 apre il progetto IMPROMPTU THEATRE (teatro all’improvviso). L’intento è quello di voler fondere le varie arti (musica, poesia, danza, pittura e teatro) in uno scenario d’improvvisazione totale. Il progetto è sancito dall’omonimo spettacolo “Impromptu” con il pittore e performer Orodè Deoro. http://www.cineteatro.it/

JUMP IN THE DARK. Composto dai musicisti ENNIO ROMOLO EPIFANIA e GIANNI CELLAMARE

Ennio Romolo Epifania. La sua personale ricerca artistico-musicale lo porterà verso le culture "Altre" del Sud del Mondo. Produce alcuni importanti esempi di opere musicali di recupero delle tradizioni popolari, delle culture di trasmissione orale e poetiche non scritte, una su tutte la collaborazione con Enzo Del Re, raro esempio di cantastorie (1995). Cura in qualità di direttore artistico l'edizione di "MaranjaPoint" live in Bologna (1998). Suona e produce "Flash" con "Les Avares e G. Cellamare" (2000). Ad oggi è impegnato in un laboratorio di studio e ricerca sul tema de "La Trance indotta dal Tamburo" – un viaggio alla ricerca delle radici culturali di antica tradizione Africana "Le Docteur Djambe", a cui è associato il progetto artistico "Musiche Sconfinanti" - percorsi di liberazione della musica, attraverso la contaminazione di generi, culture e linguaggi diversi per mezzo della improvvisazione pura.

Gianni Cellamare. Nato a Taranto, coltiva da anni la passione per la musica d'autore in un free-style tipicamente mediterraneo, alternando la lingua italiana alla lingua tarantina. Finalista a Milano con i Maranjapoint nel 1995 nel 3° Yamaha Music Quest, finalista nel 1997 del Premio Demetrio Stratos a Tolentino (MC) con Les Avares. Ha all'attivo 3 CD prodotti dall'Ass.Cult LaTarantola (Maranjapoint live in Bologna-C&P Latarantola1998; Les Avares FLASH-C&P Latarantola 2000; Taranto ‘U Popole mije - C&P Latarantola 2009, con la partecipazione di Enzo Del Re che ha registrato due suoi brani storici) e numerosi concerti in tutta Italia ed Europa.

ROMA 13.9.2013 – Saranno due degli artisti seguiti dalla galleria d’arte contemporanea leccese E-lite studiogallery, Orodè Deoro, tarantino classe ’74, e Massimiliano Manieri, leccese classe ’68, a far parte del prestigioso cast di musicisti ed esponenti del mondo del teatro, della letteratura e delle arti visive che il 13 settembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma (dove è annunciata anche la presenza del Ministro della Cultura Massimo Bray) darà vita al secondo appuntamento con “Hai paura del buio?”, il festival itinerante trasversale che unisce musica e arte, ideato da Manuel Agnelli, frontman degli Afterhours.
Il festival, il cui titolo è preso a prestito dal lavoro degli Afterhours del 1997 votato miglior albumindipendente degli ultimi vent’anni, “nasce dalla frequentazione dei teatri occupati come l’Angelo Mai di Roma,” - spiega Agnelli in una recente intervista - “per cercare di fare un festival diverso da quelli che si vedono in giro, per fare una cosa bella, per trasmettere questa esperienza che sono i laboratori dei teatri occupati, posti dove si può sperimentare, dove i numeri non contano più di tanto, quanta gente viene, i paganti e se hai uno sponsor... sono laboratori vitali per uscire un po’ dagli schemi che ci schiacciano un po’ in tutti i settori, ma soprattutto nella musica".
Selezionati da Frattura Scomposta, partner organizzativo oltre che media partner della manifestazione, Orodè Deoro - pittore e action painter - e Massimiliano Manieri - scrittore e performer, sprigioneranno sul palco la loro energia creativa per “Ridare leggerezza alle azioni. Riscoprire la bellezza. La bellezza di vivere le cose, farle nascere. Non subirle”, così come recita il manifesto che accompagna quello che si prospetta già come “un indimenticabile happening delle arti italiane all’insegna del confronto critico e dell’interazione artistica”).

Media partner: XL, La Feltrinelli Canale 50 Digitale Terrestre, Rockol.it, Frattura Scomposta Contemporary Art Magazine, Altraeconomia

In collaborazione con: E-lite studiogallery Galleria Arte Contemporanea | Corte San Blasio 1c | Lecce Web: www.elitestudiogallery.com | Mail: info@elitestudiogallery.com | Mobile: 338_1476789
Ufficio stampa: FLPress | Flavia Lanza | Mail: flpressartnews@gmail.com | Mobile: 340_9245760
Inserisci commento

Commenti 8

Orodè Deoro
6 anni fa
Orodè Deoro Artista, Performer
Grazie, qui un servizio del TG2: http://www.youtube.com/watch?v=wqZFeEmwSk8
Totur
6 anni fa
Totur Artista
Complimenti
Orodè Deoro
6 anni fa
Orodè Deoro Artista, Performer
Grazie!!!!!
Maria Cristina  Neviani
6 anni fa
Bravo, auguroni!
Fabiana Collotto
6 anni fa
Complimenti e in bocca al lupo :)
Adi
6 anni fa
Adi Artista
Auguri...buona Festa
Rudolf Lichtenegger
6 anni fa
Complimenti!!!
Lino Bianco
6 anni fa
Congratulazioni e complimenti.
Ciao,
Lino

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login