ART FROM CHINA "UNIVERSE WOMAN"
News, Roma, 11 marzo 2017
Inaugurata con successo sabato 11 marzo presso Arte Borgo Gallery la mostra “Art From China Universe Woman”
Wang Yuhang, Li Zi, Bai Ling, Gao Fang, e Liao Pei, cinque giovani artiste cinesi di Pechino, sono le protagoniste della mostra “Art from China. Universe Woman”. Per le stradine di Borgo Vittorio, la galleria Arte Borgo Gallery si anima di arte “figurativa concettuale” spaziando, attraverso i dipinti delle artiste internazionali dal reale al surreale, dal bianco e nero all’esplosione di colori.
Il progetto che ha reso possibile la mostra vanta la guida di nomi affermati sia in Oriente sia in Occidente: il maestro Ma Lin, il maestro Sandro Trotti e la curatrice, nonché critica d’arte, Nicolina Bianchi, Direttrice responsabile della Rivista “Segni d’Arte”


Innamorate del Rinascimento, di Michelangelo, dello stile gotico delle chiese italiane, Wang Yuhang, Li Zi, Bai Ling, Gao Fang, e Liao Pe, realizzano il sogno di poter esporre nel Paese culla dell’arte. Tutte con una formazione accademica artistica che le ha portate a diventar pittrici professioniste anche se con percorsi diversi: da Wang Yuhang che, seguendo il clima artistico familiare, ha iniziato a dipingere a cinque anni, a Bai Ling che da soli tre anni è passata dall’Art Design alla pittura.
L’Universe Woman che queste giovani donne rappresentano è la Cina di oggi, la Cina giovane aperta al dialogo verso gli altri come sottolineato dalla curatrice Nicolina Bianchi: “La ricerca interiore che loro fanno è un’evoluzione continua, una razionalità anche diversa nel mettere insieme il cromatismo e quello che è il segno, la gestualità nuova, ma anche agganciata a una figura di tipo classico e tradizionale. Emerge una donna che studia se stessa e studia al di fuori di sé alla ricerca di un dialogo che si esprime attraverso le tecniche, il colore: è una modernità che parla e che comunica. Una Cina aperta al dialogo”.
Silvia Costantini - Piuculture

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login