/ AUTO-RITRATTO / esposizione di fotografia contemporanea
Mostre, Firenze, 09 novembre 2019
/ AUTO-RITRATTO / 

definizione o delimitazione di assenza e presenza, di "IO e "SOGGETTO"

Filosofia e ritratto hanno molto in comune.
Ci sono molte coincidenze tematiche tra la filosofia e il ritratto, e vi è quella parte della filosofia, l'estetica, che spesso si è interrogata su ciò che significa il ritratto nelle discipline extra-filosofiche, dalla pittura e in questo caso alla fotografia. L'interesse per il ritratto di sé nasce, quindi, da una curiosità intensa e profonda in assoluta continuità con il movente primo dell'interrogazione filosofica, ossia la domanda sulla natura umana.
L'estetica, che in qualche modo domina il mondo, tenta di interpretare ogni modalità possibile di produzione di senso, sperimentandone le potenzialità innovative di significazione legate strettamente alla materialità del supporto fotografico come strumento comunicativo.

A parte le considerazioni teoriche e i quesiti su cosa sia un autoritratto, e se un autoritratto sia possibile e se, nell'esperienza dell'autoritratto, l'artista non si accechi, data l'incapacità in cui si trova a sorprendere il proprio sguardo, è dunque possibile ritrarre se stessi?

E soprattutto esiste il fatto strutturale che un autoritratto non si identifichi mediante una semplice lettura interna dell'opera, e non è sufficiente osservare un autoritratto per sapere che si tratta di una autoritratto. Bensì è necessaria un'indicazione letteraria esterna all'immagine per permetterci di identificarlo come tale.

L'evento raccoglie il lavoro artistico di 20 autori.

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login