I Love Italy Torino presso Palazzo Saluzzo di Paesana
Mostre, Torino, 08 marzo 2019
Il progetto I Love Italy nato nel 2017 da un’idea di Francesca Callipari tra 2017 e 2018 è stato presentato in diverse città quali Milano, Roma, Venezia e Firenze con notevole successo di pubblico e critica, portando lungo tutto lo stivale una selezione degli artisti emergenti più meritevoli presenti sul nostro territorio, attuando al tempo stesso un dialogo tra artisti italiani e stranieri che nelle diverse tappe si sono potuti confrontare, influenzare attivando anche delle collaborazioni.
La mostra è aperta ad artisti di tutte le età e a tutte le espressioni artistiche (pittura, fotografia, arte digitale, moda, oreficeria, scultura, ecc.). Il tema delle opere è libero.
Palazzo Saluzzo di Paesana
Via della Consolata, 1 bis – Torino
(8-12 marzo 2019)
La prima tappa I Love Italy 2019 si terrà presso questa prestigiosa location in collaborazione con
l’Associazione Kouros di lucca e con il patrocinio gratuito del Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi,
del Comune di Lucca e del Comune di Torino.
Qualche info sulla location
Palazzo Saluzzo di Paesana è un palazzo settecentesco di Torino realizzato fra il 1715 e il 1722 per conto
del Marchese Baldassarre Saluzzo di Paesana. Concepito quasi come una seconda reggia in concorrenza con
il Palazzo Reale di Torino, l’Appartamento Padronale con i suoi 560 metri quadri disposti su più sale, è una
location molto suggestiva e raffinata e perfettamente in linea con il progetto I love Italy. Con oltre 300 anni
di storia il Palazzo, conserva significative decorazioni settecentesche, testimoni dell’antica magnificenza e
dello splendore della Famiglia Saluzzo, realizzate a partire dal 1718 dal pittore savonese Domenico
Guidobono e dallo stuccatore luganese Pietro Somasso, autori tra l’altro dei decori delle stanze della
Duchessa Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours a Palazzo Madama. In questa splendida cornice di
arte e storia saranno ora esposte le opere degli artisti selezionati per questa indimenticabile tappa di I Love
Italy, attuando così un dialogo tra antico e contemporaneo che ci permetterà di valorizzare al massimo i
talenti italiani.

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login