Collettiva Internazionale sanremo arte 2000 in concomitanza con il Festival della canzone Italiana.
Mostre, Imperia, San Remo, 26 febbraio 2014
Partecipazione come artista e Photo-Reportage by BY Adele Arati.

Collettiva Internazionale “SANREMO ARTE 2000" è stato realizzato a Sanremo in concomitanza con il Festival della canzone Italiana.
Un'aRTIstà a Sanremo ... da qualche parte dovevo iniziare questa avventura di "Fare aRTè" ... Da qui inizia la mia Storia del "fare aRTè ..."...
La cornice architettonica della collettiva d'arte e stata la sala Pio x, posta lateralmente alla concattedrale di San Siro (Insigne Basilica Collegiata Cattedrale di San Siro)
è l'edificio religioso più antico di Sanremo e uno dei principali esempi di architettura romanica nel ponente ligure.
Situata nel centro storico, nell'omonima piazza, è stata eretta nel XII secolo, in Stile architettonico Romanico è la prima chiesa cristiana risale all'811.
Ma la chiesa così come è conosciuta oggi fu costruita dai maestri Comacini agli inizi del XII secolo in stile romanico gotico, e le prime notizie che ne attestano l'esistenza sono atti del 1143 redatti dal consiglio comunale cittadino.
La sala e la stessa esposizione respirava un'ambientazione "Vintage", come la coreografia dello stesso palco di Sanremo, ALL'INTERNO DELL'esposizione sembrava essere tornati indietro nel tempo nel visitarla, quando ancora Domenico Modugno nel 1958 presentò la mitica canzone "Nel BLU DIPINTO DI BLU", conosciuta come "VOLARE", la quale è una delle canzone più vendute nel mondo.
Domenico Modugno è considerato il padre dei cantautori italiani e come autore interprete è tra i più grandi d'Europa.
Modugno da bambino Nacque il 9 gennaio 1928 a Polignano a Mare (Bari), un paesino dalle case bianche a picco sul mare.
Anch'io amo la Puglia, ho fatto molte vacanze e splendide foto in quella regione, inoltre la Puglia ha una grande tradizione culturale e storica, nella mia futura collana di romanzi Fanta-Scientifici, il Salento in particolare avrà una certa rilevanza, proprio per una delle grotte più belle d'europa "LA GROTTA DEI CERVI" (A natale ho donato a persone che credo se lo meritassero qualche opera sulle pitture che la grotta contiene, mi auguro che le conservino,
in futuro potrebbero valere qualcosa) ...(ma di questa Grotta unica in Europa non posso parlarvene ora...), comunque sappiate amici di Parma che ...
Parma e la Puglia sono strettamente legate sin dalla preistoria più profonda ... e ci legano un'infinità di misteri ...
Tornando alla canzone "Volare", una delle tante leggende narra che essa fù ispirata a Migliacci (collaboratore di Modugno), osservando il quadro Le coq rouge di Marc Chagall, e che solo in seguito ne aveva parlato al cantautore pugliese.
Non potevo non dedicare un' Opera (elaborazione Foto-Grafica) a Modugno, piuttosto che presentarmi con un'opera qualunque e fuori tema, anche soltanto per il riferimento a Marc Chagall.
Esso è stato un pittore russo naturalizzato francese, d'origine ebraica, iniziò a studiare pittura nel 1906 Tra il 1908 e il 1910 studiò, invece, alla scuola Zvantseva con Léon Bakst. Una volta divenuto noto come artista, lasciò San Pietroburgo per stabilirsi a Parigi, per essere più vicino alla comunità artistica di Montparnasse, dove entrò in amicizia con Guillaume Apollinaire, Robert Delaunay e Fernand Léger.
Chagall nei suoi lavori si ispirava alla vita popolare della Russia europea e ritrasse numerosi episodi biblici che rispecchiano la sua cultura ebraica, di esso ammiro l'impegno sociale.
Negli anni sessanta e settanta, si occupò di progetti su largprese parte ai movimenti parigini che precedettero la prima guerra mondiale e venne coinvolto nelle avanguardie.
Tuttavia, rimase sempre ai margini di questi movimenti, compresi il cubismo e il fauvismo.
Il rimanere ai margini di pensieri collettivi, anche se marginalmente parteciparvi e seguirli e una cosa che condivido, l'individualità deve essere sempre una prerogativa per il "pensare libero" rispetto ad una "collettività", ma sempre con rispetto verso la stessa "collettività" ...
Questa "collettiva di arte contemporanea" ha messo a confronto ravvicinato tanti linguaggi, così come lo stesso Festival musicale, poi ognuno di noi ne trae ciò che più è il suo sentire personale.

Comunque guardate le foto parlano da sole, ed il web a suo tempo ... aveva già dato oltre modo, già tante notizie ma non queste sopra riportate ...

Adele Arati

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login