LA COLLANA MODULARE
Mostre, Ancona, Senigallia, 14 luglio 2010
24 Artisti - 12 Regioni - 1 Progetto:
LA COLLANA MODULARE
Lavorare in condivisione in un gioiello unico

Il progetto nasce con lo scopo di riunire un gruppo di artisti che operano nel gioiello di ricerca per realizzare un’opera il cui fine è esprimere messaggi complessi e innovativi nel novero dei linguaggi contemporanei.
La collana modulare è un gioiello composto di sezioni autonome che si possono unire, staccare, spostare a piacimento su una base di appoggio; l’opera assolve quindi sia alla funzione dell’indossabilità sia all’idea di un gioco ludico che stimola alla riflessione dei temi affrontati da ogni singolo autore. Sulla base di una forma perimetrale identica per tutti (il modulo), ogni autore ha dispiegato la propria forza narrativa, usando liberamente codici espressivi e tecniche, senza limite di sorta.
Gli artisti coinvolti nel progetto hanno lavorato in piena autonomia, senza conoscere il lavoro degli altri, con il risultato che le singole ideazioni non hanno subito influenze. Sono da considerarsi, infatti, il frutto di uno stile che s’identifica con l’autore.
L’idea dell’uso del modulo, notoriamente rinviante a una concezione di cultura industriale, dedita alla produzione di merci impersonali, ripetitive, seriali, viene nel progetto adottata per dichiarare forme alternative di esistenza alla logica dell’omologazione globale: l’uomo artigiano-orafo-creativo genera linguaggi autonomi, di espressività libera, affrancati dai sistemi di consumo meramente commerciali, e al contempo dichiaranti la potenzialità dell’individualità. Individualità di forma e di pensiero che si oppone all’Homo Videns (Sartori), asservito alla pubblicità e al marketing manipolante.
Il gioiello modulare è pertanto mezzo di comunicazione di un pensiero diffuso che da voce a una socialità che tenta di recuperare i valori di libertà dell’individuo post-moderno.

Il progetto si è reso possibile grazie al gruppo "Artigiani Orafi", fondato dall'orafo lucchese Stefano Pedonesi ( tra l’altro ideatore del progetto) sul noto social network Facebook, che ha consentito la nascita di un gruppo di lavoro “a distanza”.
La realizzazione della collana modulare vede impegnati ventiquattro artisti italiani provenienti da varie regioni, i cui stili e lavorazioni diverse garantiscono quello che è stato definito in ambito curatoriale il rituale delle diversità.
La presentazione del gioiello modulare ha carattere itinerante: la prima uscita sarà a Senigallia dal 14 al 18 luglio presso Palazzetto Baviera, Piazza del Duca .
Seguiranno le seguenti destinazioni:
"Gioiellodentro WHITE" - Museo Civico - Bassano del Grappa (VI)
"4° Salone Internazionale del Gioiello d'Arte" - Cassano d'Adda (MI)
"Esposizione in occasione del concorso BIJOUX D'AUTORE" - Roma
"Esposizione collettiva nella galleria d'arte 105ART" - Roma
"Esposizione nella galleria d'arte orafa ARCELLI ROSSINI" - Lodi (LO)

Il catalogo della mostra, acquistabile nelle sedi espositive, è curato da Claudio Franchi
Alla fine del ciclo espositivo la collana sarà venduta per scopi benefici, assolvendo così alla finalità di trasmissione della ricchezza di quei valori contenuti nel progetto e nel messaggio dei singoli artisti.
http://www.gioiellomodulare.com

Per informazioni:
Curatore e responsabile per la comunicazione Claudio Franchi claudio.franchi@hotmail.it 3334699793



Francesca Gabrielli
105ART
info@105art.it
06 58310404
Via di S. Francesco a Ripa 60 - Roma

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login