"Girls,Girls,Girls"
Mostre, Germania, Berlin, 17 aprile 2010
17.04.2010 - 12.05.2010

"Girls, Girls, Girls " A.Binini, E.Bentivoglio, Domino, V.Kunst, S.Pretelli, C.Salemi & S.Adler

17.04.2010 -12.05.2010 "G,G,G" (" Girls,Girls,Girls")

Dal 17 Aprile 2010 al 12 Maggio 2010 , Infantellina Contemporary, la prima e unica galleria berlinese a presentare 100% arte italiana contemporanea, inaugura l'esposizione collettiva “ Girls, Girls, Girls “ con: Alessandra Binini, Ettore Bentivoglio (Marinella Milutich), Domino, Viola Kunst, Sara Petrelli e special guest Sharon Adler.
Performance di Ettore Bentivoglio nel corso del vernissage.
Presentazione del libro „ Damenwahl - Frauen und ihre Autos “ di Sharon Adler alle 19.30.
Vernissage a partire dalle 18.00 del 17 Aprile 2010.


Alessandra, Celeste, Domino, Marinella, Sara, Sharon, Viola.......... Nomi di donne, donne come tante con un denominatore comune: la volontá di mostrarsi e mettersi in gioco, affrontare insieme un´ulteriore sfida coinvolgendo il pubblico nell´esplorazione dei poliedrici universi femminili.

In questo evento creato da donne ma non solo pensato per le donne, ogni artista dá il proprio contributo personale comunicando, attraverso le opere, le proprie visioni ed interpretazioni in base al singolare vissuto nella comunitá.

Le struggenti donne di Alessandra Binini con grandi e sinceri occhi che si aprono come finestre nell´intimo, con corpi toccati da gioie o tragedie di tutti i giorni.

Le donne solari di Celestina Salemi che sanno sempre sorridere, forti e conscie del proprio ruolo.

Le donne di Domino che osano mettere a nudo le proprie deviazioni e le contorte fantasie con la fermezza di guerriere che hanno abbandonato le armi ma non le guerre.

Le magre donne di Viola Kunst che, con la delicatezza di un fiore, cercano di affermare il proprio spazio nel mondo.

Le donne di Marinella Milutich (alias Ettore Bentivoglio) che si mostrano senza pudore e senza volgaritá protagoniste di una profonda e conturbante intimitá.

Il proprio io-donna in crescita di Sara Pretelli che si affaccia al mondo e lo esplora attraverso una fresca ricerca della propria identitá.

Le donne di successo di Sharon Adler (fotografo e capo-redattore di AVIVA) non comparse bensí sicure protagoniste assolute delle proprie scelte.

Tentare di fare un sunto degli intenti e delle storie, dei successi e delle sconfitte anche solo di queste 6 artiste é anacronistico come volere raccontare in poche righe la storia dell´intera umanitá.
Le donne hanno prerogative, modi di agire ed interpretare la vita ed i suoi eventi in maniera diversa rispetto agli uomini.
Talvolta la differenza puó essere od apparire infinita talvolta si vede la reale distanza come accettabile e normale: punto di partenza,spunto e stimolo per una comune crescita (sotto il cappello della umana natura).
Ormai oltre il concetto raggiungimento ed affermazione della propria valenza, le donne oggi, a ns parere, hanno la possibilitá di andare oltre seguendo il proprio innato intuito che miscelato ad una sostanziale capacitá e conoscenza puó, anche attraverso linguaggi fondamentalmente gentili e fantasiosi, fare la differenza ed offrire basi sostanziose per l´era di profondo cambiamento che tutti noi (donne e uomini,di tutte le etá,religioni,orientamento politico,sessuale e religioso) percepiamo: questo é il nostro tempo e ognuno/a puó dare il proprio apporto per un mondo nuovo.

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login