“Safety heart armour” - Alessandro Reggioli
Mostre, Pisa, San Miniato, 29 ottobre 2016
SAN MINIATO (PI) – A un anno di distanza dalla prima installazione artistica “Non è vero ma ci credo” di Christian Balzano, dopo la “Grande Aurora” di Franco Mauro Franchi e “Styx” l’opera dell’artista tedesco Günther Stilling, una nuova importante scultura anima Piazza del Bastione, “Safety heart armour” di Alessandro Reggioli.
L’artista è fiorentino di nascita (1971). Nella sua città si diploma al Liceo Artistico e frequenta l’Accademia di Belle Arti. La sua espressione artistica si articola tra la pittura ad olio, la stampa, l’incisione fino alla scultura.
Reggioli ha intrapreso un percorso espositivo che lo ha condotto rapidamente a traguardi di prestigio. Comincia a esporre fin dai primi anni Novanta: nel ’95 ottiene già una personale in Germania e una a Firenze.
Allestisce, tra le altre, personali a Roma, Hong Kong, Pietrasanta, a Napoli, Milano, alla Pinacoteca Civica di Bondeno (Fe), Alessandria, alla Sala delle Colonne di Pontassieve (Fi), a Miami (Florida, USA) e al Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia a Catania.
Vive e lavora tra Firenze e la Francia.
L’opera in mostra fa parte della serie “Heart Armours” (armature per il cuore): rappresenta un grande cuore (realizzato in lamiera di ottone patinato)
creato a somiglianza delle armature usate dai cavalieri medievali; il cuore visto nella sua molteplicità di significati, non ultimo quello iconografico. Il cuore come organo, centro di energia, pompa della vita, scrigno, ridisegnato e riassemblato, creando una mitografia contemporanea.
Il cuore, artisticamente, nasce nel 2006 per la personale dell’artista al Palazzo Pretorio di Certaldo (Fi) e l’anno successivo l’opera viene esposta ad un’altra personale al Teatro Romano e Museo Archeologico di Fiesole (Fi) senza cambiare aspetto.
Nel 2011 viene presentata ad una collettiva di scultura a Roma, a Villa Torlonia.
L’opera, allestita dal 29 ottobre per la 46^ Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di San Miniato, resterà fino al 19 febbraio 2017.
L’evento è curato da Filippo Lotti della Fondazione San Miniato Promozione e da Roberto Milani della Casa d’Arte San Lorenzo.

Sponsor dell’iniziativa: Pallets Bertini, Pallets Bertini Group, MS Group e Navigalibero.
Per info: Fondazione San Miniato Promozione 0571.42745 - ufficio.turismo@sanminiatopromozione.it.

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login