L'incoscienza del Colore
Mostre, Bari, 30 marzo 2019
. . . e ti svegli ancora.
Già giorno e il timore che non puoi, ma vuoi.
Ancora vuoi.
Portare o trasportare i tuoi pensieri, quello che vedi,
le tue sensibilità,
forse anche perplessità di anni che girano su un mondo differente:
il COLORE.
Non importa come posarlo, dove posarlo.
La superficie diventa grande o quando grande è già.
Ti accontenti di spazi piccoli, carte, tele o altro.
Poco importa.
Rimane utile entrare nella mia "chiesa " e lì
con Signora Solitudine ( che mai mi abbandona ), continuare a lavorare.
Forse anche pregare.
Ancora laica la mia supplica, accostata da mille imprecazioni e altrettanta serenità
che dà immagine e forma a quei barattoli di vernice,
a pennelli consumati che implorano pietà per l'uso oltremodo nefasto.
Stai lì con tante carte, appunti o anche opere finite.
Soddisfazione remota vedere o capire il tutto con velocità ragionata.
A volte, mani sporche.
Semplice operaio per un colore Incosciente.

( Io, il mare non l'ho mai visto )

Commenti 1

Cat
7 mesi fa
Cat Premium Fotografo
Auguri!

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login