LUCA COSER - LEGAME
Mostre, Prato, 07 maggio 2011
Sono i legami che permettono la propagazione dei fenomeni, sono l'insieme delle relazioni a creare la realtà. L'arte fa parte di un unico organismo pulsante, all'interno del quale i limiti ed i ruoli sono solo formali ed il confine tra artista e curatore è sottile. Fare arte oggi vuol dire costruire delle reti, anche attraverso internet ed i social network e creare un panorama fluido dove si scambiano competenze e ruoli. “Legame” nasce dal dialogo tra due artisti ed un architetto gallerista, sulla processualità dell'arte e sulla necessità di uno scambio continuo tra se stessi ed il fuori da se. La Galleria Lato diventa il luogo reale e concreto di questo incontro tra Trento (la città dove Coser lavora) e Prato, come se fosse una hall di un hotel, dove mi trovo a curare il lavoro di Coser, semplicemente attraverso l'azione della cura, che prevede un pensiero attento e costante per qualcuno o qualcosa, per un oggetto di vivo interessamento, una grande attenzione ed impegno posto nel fare qualcosa. La poetica di Coser attraversa il cinema, la letteratura, la cultura in generale e le relazioni interpersonali in maniera trasversale. Usa la citazione come filtro d'indagine personale del reale, come una maschera, per scombinare l'ordine delle cose e ricostruirne il senso. Questa modalità è tipica di molti artisti della generazione a cavallo tra la fine delle ideologie condivise in piazza e la società liquida. Partendo da un iniziale spaesamento, da un senso di non appartenenza costruisce la propria identità attraverso esperienze vissute nelle pagine dei libri, nelle sale buie di un cinematografo o nelle note di un gruppo musicale. Parla d'altro per parlare di sé e parla di sé per parlare di altro, definendo campionature di segni, parole e immagini, frammenti di una riflessione solitaria sul linguaggio stesso della cultura. Intesse dei legami profondi attraverso frammenti di memoria personale che, piano piano, come dei tasselli, vanno a costruire la memoria collettiva di più generazioni. Il percorso ricreato a Lato è una sorta di brano musicale formato da pezzi dei cicli pittorici di Coser, tagliati e ricostruiti in un unico nuovo brano.
Virginia Zanetti

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login