ISOLE_Pacific Trash Vortex
Mostre, Roma, Lido di Roma, 20 ottobre 2013
Ad Ostia sul lungo mare di Roma presso lo spazio temporary project dell'Hotel Sirenetta (Lungomare Paolo Toscanelli 46) in occasione di OTTOBRE al MARE dalle ore 11.00 alle ore 19.30 è visitabile l’installazione ISOLE_Pacific Trash Vortex di Paola Romoli Venturi.
Domenica 20 performance work in progress salviamo la balena
realizziamo l’ISOLA_lungomare di Roma con le bottiglie di plastica consumate e raccolte nell’hotel e con i vostri rifiuti plastici …
portate le vostre bottiglie ed oggetti di plastica!

vi aspettiamo per salvare tutti insieme la balena!!

Siete tutti invitati a portare la vostra plastica per realizzare un’ISOLA collettiva.

Spazi per rilassarsi al sole, degustazioni di vino e area ciclopedonale del lungo mare sono un’occasione per riflettere sull’inquinamento della plastica.

Il progetto PTV prende origine dalla filastrocca MOLTI, MOLTA, MOLTE.
MOLTI uomini in MOLTI libri vivono nel ventre della Balena
MOLTA plastica in MOLTI anni ha riempito il mare formando delle Isole
MOLTI uomini producono MOLTA plastica
MOLTA plastica scambiata per cibo riempie il ventre della Balena
MOLTE balene muoiono e con loro gli uomini che vivevano nel ventre della Balena
Le ISOLE_PaolaTrashVortex del progetto PTV_PacificTrashVortex sono realizzate con la plastica che l’artista Paola Romoli Venturi ha consumato e raccolto dal 2012.
Attraverso queste realizzazioni l’artista cerca di salvare la sua Balena, riconvertendo i suoi scarti plastici in sculture. Le ISOLE sono installazioni in cui le plastiche prendono forma creando delle apparizioni oniriche marine zoomorfe in spazi urbani o incontaminati.
‘Scatta’ su Google Maps dei fermo immagine di luoghi del mondo nei quali inserisce le sue ‘VISIONI’ ISOLE e posiziona gli scarti plastici proprio laddove sono meno visibili o non usualmente riposti, creando uno shock visivo che ci faccia riflettere sulla necessità di ‘preoccuparci’ dei nostri ‘scarti’. Con la lettura della filastrocca cerca di sensibilizzare le persone aprendo un dibattito. Ogni uomo può salvare la sua Balena.

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login