Premi

Ringraziamo la giuria per le scelte delle opere finaliste. Opening della mostra e annuncio vincitori il 27 maggio.

Le nuove manie portano nazioni e persone a conflittualità sociali e politiche sempre più forti, con effetti imprevedibili sul comportamento personale e pubblico.

Open call per foto singole e progetti, 5.000 € di premi.


A cura di Laura Serani, giuria Selva Barni, Andrés Duprat, Brigitte Lardinois, Elisa Medde, Moritz Neumüller e Azu Nwagbogu.


In Conflict

Conflitti a carattere economico, politico, religioso, conflitti per il potere, la terra, l'acqua, il petrolio, diffusi e frequenti, implicano e spingono popolazioni intere alla deriva, con conseguenze e ripercussioni che ormai arrivano fino nei paesi « ricchi e stabili ». Conflitti a volte presentati come scontro di civiltà, guerre tra credenti e miscredenti, in cui ognuno si barrica dietro paure, convenzioni e ignoranze reciproche.

Tutto cio' provoca instabilità e crisi che si esprimono in forme diverse secondo le varie zone del mondo: la guerra continua ad estendersi e ad investire territori sempre più larghi in Medio Oriente, i colpi di stato e gli scoppi di violenza si succedono in Africa, mentre negli Stati Uniti si é svolta la campagna presidenziale la più virulenta della storia e la fortezza Europa, « presa d'assalto » e scossa da problematiche interne, sembra vacillare. Le certezze costruite nel corso del tempo, venute meno, aprono fissure e fragilizzano i sistemi di pensiero abituali. Ma aprono anche spiragli da cui vedere il resto del mondo diversamente. Dopo una chiusura su se stessi, con un ripiegamento palese in dimensioni interiori e domestiche, piano piano riappaiono segni di curiosità e di attenzione verso l'esterno. Segni di bienveillance e di tolleranza, che rappresentano i primi passi verso l'altro, la volontà di aprire un dialogo alla ricerca di soluzioni comuni e non individuali.

Proponendo « In Conflict » come un momento di riflessione e come tema del concorso, vorremmo sottolineare ed incoraggiare questo « ritorno » di una coscienza collettiva o di una coscienza rivolta verso la collettività. E in questo senso parlare anche di tutti quei conflitti negati o taciuti, conflitti familiari e personali che al di là di essere problemi privati sono anche questioni di società, come la violenza sulle donne, il mal di crescere, i conflitti interiori. Altro obbiettivo e priorità di Visible White Photo Prize con In Conflict , é sollecitare fotografi e artisti che utilizzano la fotografia a esplorare forme di linguaggi visivi originali e personali per raccontare tanto mondi lontani, quanto universi intimi, ad avventurarsi più lontano verso nuove forme di fotografia documentaria o di realismo poetico. Alla ricerca di modi alternativi e complementari a quello del trattamento dell'informazione televisiva e su internet che ha ormai cambiato i codici tradizionali del fotogiornalismo.

Gli artisti, da sempre, indicano come testimoniare, prendere posizione e denunciare in maniera creativa, inventando forme espressive nuove e personali e l'aiuto di medium e supporti diversi. Nel momento in cui, le etichette « di genere » sono finalmente scollate e la tecnologie facilita l'ibridazione dei linguaggi, immaginazione e immaginario dovrebbero non incontrare più limiti e la fotografia usare la varietà dei suoi linguaggi per interrogare e esplorare il mondo. Laura Serani, novembre 2016.

About

Visible White è un premio fotografico, fondato nel 2012 da Celeste Network e Fondazione Studio Marangoni per sostenere fotografi e artisti italiani ed internazionali che si impegnano, in modo creativo, su temi che riguardano le questioni personali, sociali e politiche di oggi.

I curatori della giuria sono alla ricerca di foto che possono offrire
  • Nuovi spunti di visione
  • Affinità ed interpretazione del tema scelto
  • Approcci contemporanei alla realizzazione delle immagini
  • Disciplina e stile personale
  • Forti sistemi di riferimento contenuti nelle immagini
  • Produzione di opere che sviluppano i confini dei media utilizzati

Edizioni passate

2016 - 5a Edizione, 'SKIN'
2015 - 4a Edizione, 'Familydom'
2014 - 3a Edizione, 'You See Me'
2013 - 2a Edizione, 'Lapsus'
2012 - 1a Edizione, 'beyondmemory'

Giuria

Location

Location

mostra In Conflict

maggio - giugno 2017
Fondazione Studio Marangoni
FSM Gallery, Firenze

Bando

Il Bando
In Conflict, Visible White Photo Prize 2017, 6a Edizione

Aggiornamento - la deadline per aderire è il 14 marzo 2017
Il bando è stato pubblicato il 17 novembre 2016


Art. 1 – Tema, In Conflict

Conflitti a carattere economico, politico, religioso, conflitti per il potere, la terra, l'acqua, il petrolio, diffusi e frequenti, implicano e spingono popolazioni intere alla deriva, con conseguenze e ripercussioni che ormai arrivano fino nei paesi « ricchi e stabili ». Conflitti a volte presentati come scontro di civiltà, guerre tra credenti e miscredenti, in cui ognuno si barrica dietro paure, convenzioni e ignoranze reciproche.

Tutto cio' provoca instabilità e crisi che si esprimono in forme diverse secondo le varie zone del mondo: la guerra continua ad estendersi e ad investire territori sempre più larghi in Medio Oriente, i colpi di stato e gli scoppi di violenza si succedono in Africa, mentre negli Stati Uniti si é svolta la campagna presidenziale la più virulenta della storia e la fortezza Europa, « presa d'assalto » e scossa da problematiche interne, sembra vacillare.
Le certezze costruite nel corso del tempo, venute meno, aprono fissure e fragilizzano i sistemi di pensiero abituali. Ma aprono anche spiragli da cui vedere il resto del mondo diversamente. Dopo una chiusura su se stessi, con un ripiegamento palese in dimensioni interiori e domestiche, piano piano riappaiono segni di curiosità e di attenzione verso l'esterno. Segni di bienveillance e di tolleranza, che rappresentano i primi passi verso l'altro, la volontà di aprire un dialogo alla ricerca di soluzioni comuni e non individuali.

Proponendo « In Conflict » come un momento di riflessione e come tema del concorso, vorremmo sottolineare ed incoraggiare questo « ritorno » di una coscienza collettiva o di una coscienza rivolta verso la collettività. E in questo senso parlare anche di tutti quei conflitti negati o taciuti, conflitti familiari e personali che al di là di essere problemi privati sono anche questioni di società, come la violenza sulle donne, il mal di crescere, i conflitti interiori.

Altro obbiettivo e priorità di Visible White Photo Prize con In Conflict , é sollecitare fotografi e artisti che utilizzano la fotografia a esplorare forme di linguaggi visivi originali e personali per raccontare tanto mondi lontani, quanto universi intimi, ad avventurarsi più lontano verso nuove forme di fotografia documentaria o di realismo poetico. Alla ricerca di modi alternativi e complementari a quello del trattamento dell'informazione televisiva e su internet che ha ormai cambiato i codici tradizionali del fotogiornalismo.

Gli artisti, da sempre, indicano come testimoniare, prendere posizione e denunciare in maniera creativa, inventando forme espressive nuove e personali e l'aiuto di medium e supporti diversi. Nel momento in cui, le etichette « di genere » sono finalmente scollate e la tecnologie facilita l'ibridazione dei linguaggi, immaginazione e immaginario dovrebbero non incontrare più limiti e la fotografia usare la varietà dei suoi linguaggi per interrogare e esplorare il mondo.
Laura Serani, novembre 2016

Art. 2 – Foto Singole e Progetti
Le opere e i progetti possono essere realizzati in fotografia digitale o fotografia analogica, oppure in computer grafica, software art, manipolazioni digitali, polaroid, foto da cellulare, fotocollage o con l'utillizzo di qualsiasi altro mezzo fotografico, da presentare per la mostra finale in formato bi-dimensionale. Le opere si devono considerare come fotografie artistiche che possono avere le seguenti forme: saggi fotografici, storie personali, racconti di finzione o realtà, documentari o fotogiornalismo. Non ci sono limiti di dimensione per le opere. Le immagini candidate devono essere inserite direttamente dal proprio account personale all'interno del Celeste Network in formato JPG (consigliamo almeno 2.500 pixel per il lato più lungo dell’immagine) o in PNG (format per il web). Al momento dell’inserimento delle immagini è possibile autorizzarne o meno la visualizzazione online in alta risoluzione. È possibile inserire fino a un massimo di 10 immagini per un progetto. I progetti con meno di 10 immagini sono ammessi e saranno considerati per la selezione alla pari di altri progetti.

Art. 3 - Partecipazione
In Conflict è una open call internazionale, aperto a fotografi, artisti e creativi italiani e stranieri senza limiti di età o di esperienza. E’ possibile partecipare sia come singolo che come gruppo o collettivo. Le immagini fotografiche candidate devono essere state scattate o create entro gli ultimi 10 anni e non è necessario che le opere siano inedite.

Art. 4 - Premi
Totale Premi 5.000 €*
2.500 € Premio Progetto
1.500 € Premio Progetto, secondo classificato
1.000 € Premio Foto Singola

Art. 5 - Scadenza per le adesioni
La data di scadenza per l’adesione è fissata per le ore 24 (italiane) del 14 marzo 2017. Per scadenza si intende il pagamento della quota, mentre le immagini possono essere inserite nell’apposita area online non oltre una settimana dalla data di scadenza.

Art. 6 - Giuria e Selezioni
Entro il 15 aprile 2017 saranno pubblicati online le 5 opere singole e i 10 progetti selezionati che parteciperanno alla mostra finale. Ogni giurato pubblicherà online le sue preferenze per le 10 opere singole e i 10 progetti. Le opere e i progetti che ricevono il maggior numero di preferenze saranno considerate per la mostra finale.

I finalisti saranno scelti dalla giuria internazionale composta da:
Laura Serani, Chief-juror di 'In Conflict'
Selva Barni, Editor, Fantom Magazine
Arq. Andrés G. Duprat, Director, Museo Nacional de Bellas Artes, Buenos Aires
Brigitte Lardinois, London College of Communication, University of the Arts London
Elisa Medde, Managing Editor, Foam Magazine
Moritz Neumüller, Independent curator
Azu Nwagbogu, Lagosphoto, Nigeria

Art. 7 – Mostra e Vincitori
I vincitori saranno scelti a maggio durante l’inaugurazione della mostra finale alla Fondazione Studio Marangoni FSM Gallery, Firenze. La mostra rimarrà aperta dal 27 maggio al 15 giugno 2017. L’allestimento della mostra delle opere finaliste sarà curato da Laura Serani, tenendo conto delle dimensioni spaziali delle sale espositive e delle caratteristiche installative di ciascun progetto.

Art. 8 - Quota di adesione


Online
Per una foto 20 €, per ogni opera successiva 15 €.
Per un progetto 50 € (include fino a 10 opere), per ogni progetto successivo 40 €.

Posta
In cui vengono inviati tutti i testi ed immagini su CD/DVD o USB necessari per l’inserimento che viene eseguito dallo staff di Celeste – 70 € per un' opera, 110 € per un progetto. Invia a: In Conflict, Celeste Network, Via Sangallo 23, 53036 Poggibonsi (Siena).

La quota di adesione non è rimborsabile.

Esistono tre modalità per pagare la quota di adesione:

1. Online con carta di credito
Online dal tuo account personale in Celeste Network. Se non hai un account fai il Sign-Up nella barra dell’header del sito. Se hai già un account, fai il Login, nel box grafico “In Conflict” e clicca sul bottone “Partecipa con un Progetto” o “Partecipa con un opera”. Segui la scheda ed esegui il pagamento online con carta di credito tramite PayPal. A seguito del pagamento, l’attivazione è immediata, puoi procedere subito all’inserimento delle opere, delle descrizioni testuali e dello statement del tuo lavoro. Quando hai finito, puoi decidere se pubblicare subito cliccando su “Conferma” oppure, se pensi di dover apportare delle modifiche potrai tornare successivamente a confermare. La prima immagine che inserisci sarà quella che rappresenterà il tuo progetto nelle pagine di Celeste, e sarà quella visualizzata in un formato più grande. Puoi aggiungere un titolo diverso ad ogni immagine che compone il tuo progetto.

2. Bonifico bancario
Potrai fare l’inserimento circa 2 giorni lavorativi dopo il pagamento. Se scegli questa modalità, effettua il pagamento a:
Celeste Network srl - Banco Posta - IBAN: IT74 W076 0114 2000 0000 5409 079 - Bic/Swift: BPPIITRRXXX.
Il pagamento della quota d'iscrizione deve essere effettuato in Euro, senza tasse bancarie o commissioni a carico di Celeste. Lo staff ti invierà un’email non appena il bonifico risulterà accreditato con la conferma dell’attivazione della tua iscrizione. Fai il Login, nel box grafico “In Conflict”, clicca sul bottone “Inserisci Progetto” o “Inserisci Opera”. Procedi all’inserimento delle opere, delle descrizioni testuali e dello statement. Quando hai finito, puoi decidere se pubblicare subito cliccando su “Conferma” oppure, se pensi di dover apportare delle modifiche potrai tornare successivamente a confermare. La prima immagine che inserisci sarà quella che rappresenterà il tuo progetto nelle pagine di Celeste, e sarà quella visualizzata in un formato più grande. Puoi aggiungere un titolo diverso ad ogni immagine che compone il tuo progetto.

3. Western Union
Invia a - Nome: Steven; Cognome: Music; Indirizzo: San Gimignano (Siena); Paese: Italia.
Assicurati che riceviamo la quota per intero in Euro €, al netto di eventuali spese di trasferimento o l'adesione sarà bloccata. Allega al pagamento la seguente nota: "Pagamento della quota di adesione a Visible White Photo Prize 2017 di..." (nome, cognome indirizzo email), Paese da cui viene inviato il denaro. Ti preghiamo di inviare una email di conferma pagamento a info[at]premioceleste.it con il numero di codice transazione. Non appena riceveremo la quota attiveremo l'iscrizione e potrai inserire l’opera in In Conflict tramite il tuo account in Celeste.

Art. 9 - Produzione e Trasporto
I fotografi e artisti selezionati e invitati ad esporre alla mostra alla FSM Gallery, Firenze, saranno responsabili per le spese di produzione delle immagini fotografiche, la realizzazione dei progetti e per il loro trasporto e assicurazione dei viaggi di andata a Firenze e di ritorno, come pure per le proprie spese personali di viaggio per intervenire all’inaugurazione.

Art. 10 - Catalogo

Sarà prodotto un catalogo che comprende le immagini e le presentazioni delle opere singole e dei progetti finalisti, e i testi critici del chief-curator di In Conflict Laura Serani.

Art. 11 - Diritti d'autore
Chi partecipa a In Conflict detiene tutti i diritti di copyright sulle immagini e testi che inserisce, ma consente a Celeste Network, che le accoglie, e dà l’autorità per un tempo indefinito di utilizzare le stesse immagini o testi nei siti web di Celeste Network, ai fini della pubblicazione online, della comunicazione, della promozione e dell’utilizzo nel catalogo di In Conflict. Chi partecipa a In Conflict, sia i fotografi e gli artisti come autori delle opere, sia le persone per loro conto che inseriscono le immagini del progetto dall’account in Celeste, devono essere effettivamente gli autori delle immagini e/o essere le persone in possesso di tutti i diritti delle opere e di tutti gli altri elementi ivi contenuti. I partecipanti garantiscono di aver ottenuto tutte le necessarie autorizzazioni previste dalla legge dalle persone ritratte o dai legittimi rappresentanti. L'organizzazione di In Conflict non può essere ritenuta responsabile di eventuali controversie tra i partecipanti e terzi che rivendicano il diritto d'autore di un’opera.

*Ai vincitori verrà assegnato il premio corrispondente sul quale sarà operata come per legge una ritenuta alla fonte, a titolo di imposta, nella misura del 25%. La somma sarà trattenuta dall’organizzatore il quale provvederà al pagamento dell'imposta.


In Conflict,
Visible White Photo Prize 2017, 6a Edizione

è organizzato da Celeste Network,
via Sangallo 23,
53037 Poggibonsi (Siena), Italia.
info[at]premioceleste.it
+39 0577 1541988

Partners