Call

Visible White è una open call per opere fotografiche e video.
3.000 € di premi.

You See Me - Personal Identities in the Digital Age
3a edizione, Visible White Photo & Video Prize 2014

a cura di
Paul di Felice e Marinella Paderni 

selezioni delle opere
Jim Casper, Clare Grafik, Hripsime Visser e Bas Vroege 

Tema

"Che valore ha oggi il ritratto fotografico d’artista nell’epoca del digitale e dei social network in cui tutti diventano ritrattisti  “fai-da-te”?

La facilità tecnica con cui le nuove tecnologie (foto e videocamere HD, smartphones, webcams) consentono di ritrarre se stessi e gli altri in tempo reale ha portato in poco tempo all’incremento della fotografia amatoriale in cui la costante delle pose, delle inquadrature, dei comportamenti genera una tassonomia dell’indistinto e dell’indifferenziato che tende ad omologare la rappresentazione dell’identità.
Lo sviluppo del digitale contribuisce in larga misura alla profusione di un’immaginario sociale in cui l’identità personale e la percezione di sé vacillano tra demoltiplicazione della propria immagine e culto ipertrofico del narcisismo, fluttuando in una instabilità dei confini corporei e psicologici e nell’esaltazione della propria immagine pubblica.
Non solo, questo nuovo fenomeno di self-mirroring genera una “comodità” tutta sociale di costruzione della propria identità fondata sullo sguardo degli altri - e non generata attraverso un processo di consapevolezza - che diviene l’ancora esterna per la soggettività.

La consapevolezza di sé nell’immagine fotografica non nasce da uno sguardo mondano, mediatico ma da una visione meditativa, un processo di rispecchiamento e alterità che tiene conto anche della relazione tra chi guarda (il fotografo), chi è guardato (il soggetto ritratto) e lo sguardo futuro del pubblico. Nell’arte il ritratto fotografico ha conservato quella differenza tra privato e pubblico, tra interiorità e esteriorità, distinzione che cade nelle immagini amatoriali esibite sul web e sui social network, dove il privato è abolito ad uso e consumo del proprio “esistere e apparire come immagine”.

Il progetto ‘You see me. Personal Identities in the Digital Age’ indaga le nuove derive del ritratto contemporaneo d’artista, portato quotidianamente a confrontarsi con questo scenario visivo e a differenziarsi dal ritratto amatoriale."


Cos'è Visible White Photo & Video Prize?

E' un premio fondato nel 2012 da Celeste Network e Fondazione Studio Marangoni per sostenere fotografi e video artisti italiani ed internazionali che si impegnano, in modo creativo, su temi che riguardano le questioni personali, sociali e politiche di oggi.

I curatori del comitato di selezione sono alla ricerca di opere d'arte e progetti che possono offrire: 
-  nuovi spunti di visione
-  affinità ed interpretazione del tema scelto
-  approcci contemporanei alla realizzazione delle immagini
-  disciplina e stile personale
-  forti sistemi di riferimento contenuti nelle immagini
-  produzione di opere che sviluppano i confini dei media utilizzati

Edizioni passate

Foto

Location

Mostra alla fsmgallery

  • Dal 16 maggio al 16 giugno 2014
  • Fondazione Studio Marangoni, Firenze

Comitato

I vincitori, Armida Gandini per il premio 'Best Single Work' e Matthew Humphreys per il premio 'Best Project, sono stati annunciati il 16 maggio all'inaugurazione della mostra dei finalisti a seguito delle scelte dei curatori Marinella Paderni e Paul di Felice

La selezione delle 20 opere e progetti finalisti è stata fatta dal comitato di selezione internazionale del premio:
Jim Casper, LensCulture, Parigi, Francia
Clare Grafik, Head of exhibitions, Photographers Gallery, Londra, UK
Hripsime Visser, Curator of Photography at the Stedelijk Museum, Amsterdam, Paesi Bassi
Bas Vroege, Director of Paradox, Amsterdam, Paesi Bassi


Partners