Bestiario_Libro dell'attesa

Bestiario_Libro dell'attesa

Pittura, Animale, Inchiostro, Carta, 100x120x1cm, 2011
Inserisci commento

Commenti 48

Maria Cristina Baracchi
1 anno fa
(che caos ho scritto?... volevo dire: non per la giuria di un concorso che DEVE per forza esprimere un giudizio) FINE
Maria Cristina Baracchi
1 anno fa
P.S.: naturalmente ho scritto solo per chi solitamente critica il lavoro altrui, e non per chi deve giudicare l'opera vincente ad un concorso... mi sembra ovvio!
Maria Cristina Baracchi
1 anno fa
(SEGUITO DEL PRIMO PEZZO) Non è possibile penetrare sino in fondo l'artista, se egli non lo vuole… ed anche se lo volesse sarebbe impossibile! Il giudizio dunque, su ciò che non è frutto di un pensiero o emozione o sentimenti propri, ma di altri, è sempre e soltanto sfoggio di inutile presunzione. Ad ogni opera corrisponderà un suo innamorato, che si emozionerà davanti ad essa. Gli altri... che passino oltre, rispettando comunque ciò che non hanno partorito loro. AMEN! :)
Maria Cristina Baracchi
1 anno fa
L'arte... io penso fermamente che deve innanzitutto trasportare l'artista che la concepisce. Qualsiasi altro spettatore, dovrebbe sorvolare o soffermarsi, a libera scelta e liberamente, senza troppo voler giudicare o presupporre di aver intuito ciò che ha voluto esprimere l'artista realmente… o perlomeno, ci si può provare, ma allora che sia per puro intento di voler comprendere seriamente, e non per disprezzare!...Poichè nell'arte noi ci rispecchiamo o non ci rispecchiamo affatto, ma ciò che in ogni caso resta come punto in comune, è che nell’osservare emerge solo il riflesso di noi stessi: il nostro pensare, il nostro vivere o aver vissuto fa da filtro.
Cristina Gardumi
2 anni fa
ah sì ho capito
Cristina Gardumi
2 anni fa
salvatore? :)
Gianluca Magnani
2 anni fa
salvatore,sei un pittore.
ettore moni
2 anni fa
ettore moni Artista
bella
cristina carcavecchia
2 anni fa
...le cose che sono fuori di noi e il nostro stesso corpo, ciò che succede in noi e ciò che succede di noi, si fa predominante.
Antonino Gambino
2 anni fa
Oggi, per caso, cliccando sul link della vincitrice del premio pittura, ho letto tutti i commenti. Nonostante avessi deciso, dopo la mia esperienza 2009, ad astenermi dal commentare qualsiasi cosa, se posso vorrei rispondere a Cianci. Se "l'arte è magia" come Lui afferma, allora è qualcosa di misteriosa, un amplesso visivo, un'esplosione di emozioni, un sogno che ti trasporta in un mondo fantastico, e ti estranea, anche se per pochi attimi, dal mondo reale. Se è vero tutto questo, con rispetto alla vincitrice, la sua opera non è magica, in questo concordo con quanto detto da Testa. P.S. prima che qualcuno sottolinei il mio modo di scrivere, faccio presente che sono un artista e non uno scrittore. Saluti e buon lavoro a tutti

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login