Ultra Corpo ciclo1

Ultra Corpo ciclo1

Cosa vedi quando ti guardi allo specchio? Qual’è la tua reale e concreta identità visiva? Sempre di più, dall’aeroporto fino all’ufficio postale, dati biometrici riassumono l’individuo in sequenze binarie, dati che trascendono la natura e che diventano interpretabili unicamente da macchine. Strumenti che analizzano, scansionano e frammentano il corpo fisico attraverso parametri impercettibili dallo stesso corpo umano. Ultra Corpo ciclo 1 è la prima serie di un progetto che, attraverso la fotografia della luce non visibile indaga l’identità visiva del singolo e la percezione di realtà. Utilizzando una tecnica sperimentale e una macchina fotografica modificata, che sfrutta onde di luce invisibili all’occhio umano, ritraendo così corpi sui quali compare un tatuaggio naturale: le vene.
È proprio grazie a questa inedita tecnica sviluppata dal fotografo che la macchina riesce a catturare immagini fino a 5mm al di sotto della pelle, proponendo quindi un nuovo strumento estetico, estremamente concreto e visibile, in grado di aprire un dialogo su più piani con il fruitore: dall’effetto alienante e particolare, fino al tema di quanto la percezione del “reale” sia vincolata dal nostro occhio e dai suoi limiti biologici.

Piace a 19

Commenti 1

Officina del Riciclo
5 mesi fa
Molto ma molto interessante!

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login