SOPRAVVIVENZA BOTANICA - survival botany

SOPRAVVIVENZA BOTANICA - survival botany

Un manifesto di resistenza botanica, in cui stucco e acrilico mirano alla rappresentazione del paesaggio armonico e sognato. Partendo dalla polemica contro i giardini oggi di moda e la speculazione formale sempre più generata e presente “online”. Si svolge un viaggio in punta di verde, che invita a capire come, sotto l’azione dell’uomo il paesaggio si Snatura, con l’ambizione eccessiva, l’avidità di dominio, lo sfrenato egoismo.
Azioni attuali ma perdenti la loro natura primordiale. Per fortuna, ci sono ancora cose inaspettate, come i giardini che cambiano prospettiva, quelle aiuole imprevedibili, concimate dall'inquinamento, che per qualche bizzarria della natura danno vita a creazioni sorprendenti, o come i paesaggi ibridi che cambiano prospettiva alla memoria radicata e acquistano una valenza nuova e da condividere, visioni dall’alto di filari precisi e zappati di fresco o campi agricoli che armonizzano i nuovi google maps che adoperiamo per la ricerca di posti da visitare. Per natura i materiali ed i segni avvenivano su terra e per mezzo di tante mani e trovavano la loro spazialità e bellezza d’intenti, oggi si snaturano dalla loro effimera ironia e trovano spazio su tela o su web. Sopravvivenza botanica vuole ragionare sul prezzo della tecnologia e di come sia a carico del futuro, non c’è nessun paradigma nuovo, ma la consapevolezza che sconteremo il progresso odierno del controllo sulla NATURA con il disordine futuro.

Piace a 4

Commenti 0

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login