Land Cycle  #05

Land Cycle #05

Land Cycles è una serie fotografica di paesaggi realizzati in studio. Allestendo scenografie di carta ho ricreato spazi primordiali e inesplorati.

Nel mito di Caino ed Abele i due fratelli rappresentano simbolicamente due diversi modi di vivere: uno temporale l'altro spaziale (1). Noi viviamo la condizione metaforica di Caino e del suo fratricidio. Viviamo un’epoca in cui il tempo annulla lo spazio. Abele infatti rappresenta il principio dello spazio in continua espansione in cui niente è duraturo, dove non c'e possibilità di artificio umano e nessuna possibilità sistematica di sfruttamento industriale delle risorse. Con l'uccisione simbolica di Abele, gli uomini iniziano a dare preminenza al tempo, sviluppando una cultura nella quale la vita ė organizzata e ristretta in frammenti infiniti, stagioni e cicli. Lo spazio invece è ridotto di importanza e considerato una semplice risorsa.

Partendo da queste idee ho deciso di produrre immagini di spazi fatti di terre cieli e mari: questi sono gli elementi basilari che ci mancano oggi e per tale ragione essi sono divenuti i più espressivi. Guardando le opere, l'interpretazione si impernia attorno all'ambiguità tra la percezione di un paesaggio reale o di una visione. Esplorando la capacità della fotografia di distorcere ciò che essa riproduce, Land Cycles si colloca tra la realtá e la finzione gettando uno sguardo sull'età dell'oro.

Piace a 14

Commenti 2

Andrea Buzzichelli
3 anni fa
bravo! Mi piace . E' un'idea originale e realizzata benissimo
maurinomangiapanino
3 anni fa
senza parole.

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login