lightroom

Ogni giorno in Celeste si creano centinaia di connessioni tra artisti e professionisti dell’arte contemporanea. Siamo contenti di aver dato un mezzo per facilitare lo scambio di idee e la creazione di opportunità a chi lavora nel campo dell’arte contemporanea. Vorremmo però essere anche qualcosa di più, favorendo la concretizzazione di alcune di queste connessioni.

Da questa esigenza nasce LightRoom, un progetto per portare nella realtà le opere degli artisti che partecipano al Premio Celeste, in mostre che presentino al pubblico gli artisti più significativi che si muovono sul network. L'invito offerto dalle gallerie agli artisti è gratuito. Alle gallerie che hanno deciso di iniziare questo percorso con noi, grazie!

Sei un Gallerista?
Hai uno spazio espositivo e vuoi far parte del circuito nel 2013, scrivici!



Mostre del circuito LightRoom 2012:


GALLERIA EMMEOTTO

 emmeotto


SPEECH ABOUT CRYSIS - Dall’11 al 10 febbraio 2013, a cura di Isabella Indolfi.

Agency for disaster, Simona Barzaghi, Bruna Chiarle, Vittorio Comi, Alexandra Dementieva, Barbara Matera, Giuseppe Paolillo, Giovanni Presutti, Claudio Rivetti, Emanuele Serafini.

"10 artisti di eterogenea formazione e provenienza, interpretano in maniera lucida e ironica la crisi dei nostri giorni, indagandola in tutte le sue molteplici sfaccettature. Il percorso espositivo consta di 10 opere - tutte partecipanti al Premio Celeste – e si dispiega nelle tre sale della galleria in un’alternanza di visioni e punti di vista.
Si prende avvio da una profonda riflessione sulla crisi dell’ecosistema, che fragile si srotola come 'Onda Anomala' di Barbara Matera attraversando la galleria da stanza a stanza, tracciando un solco lungo tutto il percorso espositivo. Come in un concatenarsi di cause, si passa dalla crisi economica mondiale, ironicamente affrontata da Bruna Chiarle con la sua vetrata istoriata, ad una provocatoria considerazione sulla proprietà privata, così com’è interpretata da Emanuele Serafini con la sua automobile (opera da cui questo progetto prende il titolo), fino ad arrivare al video allegorico di Claudio Rivetti, in cui il mondo si consuma lentamente come cibo in pentola. Ma al di là della crisi economica, dello SPREAD e del PIL, bisogna fare i conti con una crisi che è innanzitutto interiore e riguarda l’identità di un’umanità frammentata che non trova stabile dimora se non a contatto con la terra, come suggerito da Vittorio Comi, e che rimane schiava delle proprie dipendenze, al centro del progetto di Giovanni Presutti, e delle proprie paure, oggettualizzate da Agency for disaster e Alexandra Dementieva. Un’umanità, questa, che si appende al filo della vita e lo persegue nella tensione all’adattamento e nella sfida alla sopravvivenza, ben rappresentata nella visione onirica di Simona Barzaghi, Chissà se
il kit di sopravvivenza spirituale ideato da Giuseppe Paolillo potrà salvarci dalla fine del mondo."


Presentazione della galleria
Dopo aver dedicato i primi anni ai maestri del dopoguerra italiano, quali Turcato, Capogrossi, Ceroli e Verna, oggi la EMMEOTTO è proiettata nell'indagine dell'attualità, attraverso i nuovi protagonisti dell'arte contemporanea, dalla pittura di Robert Pan, Davide Nido, Francesco Balsamo, alla fotografia digitale di Matteo Basilé, Giacomo Costa, Nicole Tran Ba Vang, Maiorano.
La EMMEOTTO prosegue la sua ricerca in una nuova e prestigiosa sede a Palazzo Taverna, aprendo le porte dell'arte contemporanea ad un nuovo modo di intendere lo spazio espositivo.
Dall'interesse per la ricerca artistica, in continua evoluzione e trasformazione, nasce EMMEOTTO Living un nuovo modo di intendere la galleria d'arte, come luogo in cui sostare e vivere il tempo dell'esperienza artistica.
Nelle tre ampie sale espositive, con affaccio sul magico cortile interno e sulla fontana del '600, saranno ospitate mostre degli artisti rappresentati, ma non solo. Pensate come living room, si animeranno nel dialogo vivace fra artisti, critici e collezionisti.
Nella GuestArtist Room e nella KitchenArt Room si respirerà invece uno spirito laboratoriale e creativo con iniziative sperimentali, progetti di ricerca e momenti di approfondimento intorno alle nuove tendenze dell'arte contemporanea.



GALLERIA MARCONI   

marconi

ATTRAVERSANDO NUOVE STANZE -  dal 3 febbraio al 24 marzo 2013, a cura di Dario Ciferri
con Armando Fanelli, Ping Li, Giovanni Presutti,

Aperta nel 1995, la Galleria Marconi di Cupra Marittima è uno spazio espositivo che porta avanti un discorso di sensibilizzazione alla conoscenza dell’arte contemporanea in tutte le sue forme (pittura, scultura, fotografia, fumetto, video, performance) e dove si svolgono presentazioni di libri e reading di poesia. Le mostre propongono giovani emergenti nel panorama nazionale ed internazionale e artisti ormai affermati. La Galleria Marconi è diventato un punto di riferimento per la ricerca e la promozione artistica nelle Marche, ma anche un ponte per far conoscere i nostri artisti nel resto d'Italia e  oltre i confini, grazie alla collaborazione con altre gallerie nazionali e all’estero. Infatti da tempo la ricerca della Galleria Marconi passa attraverso lo scambio di realtà culturali con altri operatori sia pubblici che privati, nella convinzione che per poter crescere non ci si può fermare al proprio spazio ma bisogna aprire il proprio territorio creando sinergie.



SPAZIO SAN GIORGIO

pao
 
WOP! World of PAO - Personale di Pao dal 17 novembre al 1 dicembre 2012.

Spazio San Giorgio nasce a Febbraio 2011 con lo scopo di ricercare e promuovere arte contemporanea emergente , concentrandosi in particolare sui generi neo-pop, grafica, street art e illustrazione. L'obiettivo è, inoltre, quello di destrutturare la classica concezione di galleria rendendola uno Spazio flessibile, aperto e facilmente fruibile, contribuendo così a sviluppare un nuovo senso di partecipazione all'evento artistico.



GALLERIA ARTEACOLORIi

 artecolori

CON LA BESTIA NEL CUORE_ bestiario di arte e psicopedagogia della fiaba, a cura di Francesca Sensi e Marcella Fragapane.
Con Elisa Bertaglia, Anna Caruso, Fabio Presti, Valentina Ravagni, dal 14 al 28 Aprile 2013.

La Galleria Arteacolori è uno spazio nato per l'esposizione e il commercio dell'arte figurativa: una sezione della Galleria è destinata alla sperimentazione ed alla promozione dei giovani artisti, un'altra è destinata al collezionismo. La Direzione è di Francesca Maria Sensi, laureata in storia dell'arte ed esperta in arte contemporanea. Collaborano ai progetti espositivi Emanuela Sensi e Cora Breckenridge, entrambe socie dell'Associazione Arteacolori.





Media Partner: Artribune
Artribune Logo




Inserisci commento

Commenti 11

maurinomangiapanino
3 anni fa
qui' faccio sentire la mia voce perchè il progetto proposto è interessante,ma che senso ha mettersi in mostra, se da parte nostra non c'è entusiasmo ,tolto dopo esperienze veramente deprimenti, spazi vuoti gente non interessata a varie espo, maaaaaaaa
naturalmente tutte le spese di produzione a nostro carico oltre pasticcini e spumante.. viva
l'artigianalita.
Erminio Di Camillo
3 anni fa
Quello delle Gallerie è un problema. Non sono frequentate a causa anche dell’imbarbarimento delle persone. Non hanno nessuna cultura e la scuola fa il resto.
maurinomangiapanino
3 anni fa
tutto questo trammite il premio celeste.
è un indecenza......
maurinomangiapanino
3 anni fa
vi racconto questa.
ho consigliato ad un amico di iscriversi al network celeste, ragazzo volenteroso umilmente parlando agli inizi del percorso artistico.
in due giorni gli sono arrivati 7 inviti a espo dicendogli grandi paroloni sul suo lavoro. cioe 4 immagini posizionate sulla sua pagina.
secondo voi che senso ha tutto questo??????' cosè un acquario dove lanciare la propria esca e pescare il pollo...???
vergognatevi pseudo imbonitori giocate con l'amore di persone innamorate ......
maurinomangiapanino
3 anni fa
ma a me piace parlare senza bavaglio ,dato che sono stato invitato gratuitamente a mostrare le mie foto a un gallerista poi , mi ha chiesto l'affitto della sala
sai sai sai.....
esperienza fatta trammite il vostro net, ciao staff
maurinomangiapanino
3 anni fa
per uno che fa' della fotografia una compagna di vita
non fa piacere, è meglio mostrarle sul vostro net che almeno qualcuno si sofferma a guardarle,
non è una critica sul progetto la i galleristi hanno lavorato male in questi periodi quindi raccolgono quello che hanno seminato ,
cioè gallerie vuote.
speriamo in una cambiamento di tendenza e la notizia che ognuno paga il prprio investimento è gradito ciao staff
maurinomangiapanino
3 anni fa
mai successo che le gallerie diventino donatrici di spazi, hanno capito che l'investimento deve essere da entrambe le parti, quindi ognuno faccia la sua.
sai staff che negli ultimi tempi le gallerie che espongono fotografie sono vuote ???
e che è desolante quando ci si passa davanti vedi uno spettacolo desolante?
Celeste Network
3 anni fa
Celeste Network Premium Media, Staff
Maurino, in LightRoom gli artisti sono invitati dalle gallerie a partecipare gratuitamente! Spero che LightRoom sarà affiancato nei prossimi mesi da altri progetti espositivi in Celeste in cui la partecipazione è gratuita.
maurinomangiapanino
3 anni fa
ma che interessante è una chiamata a pagamenti che poi ci verranno chiesti per far si che il loro interesse sul artista è solo numerico piu' ce ne sono piu' il loro busines sta' a galla
paghino l'artista o almeno non chiedano denaro per pasticcini e spumanti.
Vincenza Conte
3 anni fa
Vincenza Conte Artista, Pittore
Concordo con Maristella:)

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login