Beyondmemory

Congratulazioni ai vincitori!

Il 15 maggio, alla fsmgallery di Firenze, durante l’inaugurazione della mostra dei 10 progetti finalisti di beyondmemory, selezionati da Giovanna Calvenzi, Daniele De Luigi e George Tatge, la curatrice Marinella Paderni ha scelto i 3 progetti vincitori:


Brises di Enrique Ramirez (Cile) - I premio € 1.000

fotoromanzoitaliano.it di Fotoromanzo Italiano (Italia) - II premio € 500

Armenie ville di Claudio Gobbi (Germania) - III premio € 500
 

Motivazione della curatrice Marinella Paderni: 


Vince il 1° premio l’artista cileno Enrique Ramirez con il suo video Brises per la sintesi che la sua opera attiva tra la memoria autobiografica e la memoria collettiva sedimentata nei luoghi ritratti dal video, mettendo in relazione la storia politica e sociale del suo paese con il paesaggio urbano, che nella sua opera si fa portatore del legame sotterraneo tra il passato (rimosso ma non ancora elaborato) e il presente.


Vince il 2° premio il collettivo Fotoromanzo Italiano con il loro lavoro omonimo fotoromanzoitaliano.it per l’opera di riflessione sul ruolo attivo dell’archivio in relazione alla produzione della memoria collettiva, per l’analisi dell’immagine dell’Italia nella sua storia recente, per il rinnovamento del linguaggio fotografico tramite la reinvenzione di un dispositivo obsoleto come il fotoromanzo.


Vince il 3° premio l’artista italiano Claudio Gobbi con l’opera fotografica “Armenie Ville” per la sua analisi del divenire del paesaggio nella storia e dei luoghi che lo connotano tramite lo sviluppo del concetto di documento fotografico in relazione alle tematiche della “febbre d’archivio” nell’arte contemporanea.


Vedi i 10 progetti selezionati da Giovanna Calvenzi, Daniele De Luigi e George Tatge che saranno esposti alla Fondazione Marangoni, Firenze, dal 15 maggio al 12 giugno.


'beyondmemory' vuole riflettere sul ruolo della fotografia e del video nella percezione della storia e della memoria collettiva. Gli artisti hanno inviato i loro progetti fra novembre 2011 e febbraio 2012. Il progetto è nato da un'idea di Marinella Paderni e una collaborazione tra Fondazione Studio Marangoni e Celeste Network.



Tema
Un tempo la memoria era depositaria del simbolico e del mitico di una comunità, si avvaleva di storie vere e di rappresentazioni fantastiche, intrecciava la storia con la poesia, la realtà con l’arte, l’immaginario artistico con l’inconscio collettivo, l’universale con il singolare. Cadute i dogmi e le Grandi Narrazioni, oggi la memoria non funge più da produttore di mitologie, ma vive nella ricerca di verità diventando un dispositivo di conoscenza, di produzione storica, di verifica delle informazioni. La Memoria come verità assoluta ha lasciato il posto alle tante memorie della civiltà dell’informazione, microverità senza un’autorità universale che però agiscono sulla conoscenza e sulla produzione della Storia.

In particolare, la fotografia ha consentito la nascita dell’archivio come deposito della memoria, a cui guardare, seconda la prospettiva di Michel Foucault, nella sua essenza di archeologia del presente. Il progetto “beyondmemory” vuole riflettere sul ruolo della fotografia nella percezione della storia e della memoria collettiva con una particolare attenzione all’importanza degli archivi e dei documenti fotografici nella ricerca artistica attuale – un fenomeno culturale che il filosofo Jacques Derrida ha chiamato il mal d’archivio.

La febbre d’archivio è uno dei temi principali dell’arte contemporanea. La fotografia offre un altro sguardo sulla storia, svela verità mancate o possibili, trasforma le tracce e i documenti in monumenti del tempo, spesso facendo propri dispositivi e linguaggi altri. Paradigmi indiziari, elementi testuali, installazioni fotografiche con materiali d’archivio, frammenti sonori, fotografie trovate o vernacolari sono tra le forme adottate dalla fotografia contemporanea per restituire i vari livelli di significazione sull’immagine della storia e della memoria collettiva.


 

 



In collaborazione con
Fondazione Studio Marangoni


Marinella Paderni

Marinella Paderni - Curator

 

Giovanna Calvenzi
Giovanna Calvenzi - Photo Editor

Daniele De Luigi
Daniele De Luigi - Curator

George Tatge
George Tatge - Photographer

 





















Commenti 3

Steven Music
4 anni fa
Tutti invitati martedì 15 maggio all'opening alle ore 18 alla fsmgallery, via San Zanobi 19r, Firenze; premiazione alle ore 19.30.
Steven Music
4 anni fa
Everyone is invited on Tuesday 15 May to come to the opening at 6pm, prizegiving at 7.30pm, at fsmgallery, via San Zanobi 19r, Florence, Italy.
Steven Music
4 anni fa
I would like to thank Giovanna Calvenzi, Daniele De Luigi and George Tatge who have patiently looked through all projects presented to beyondmemory - These are the 10 projects which will be exhibited at the Fondazione Marangoni. See you at the opening on 15 May!
http://www.celesteprize.com/works/pg:bm11/fsv:s/

Vorrei ringraziare Giovanna Calvenzi, Daniele De Luigi e George Tatge per l'impegno dei giorni scorsi, per aver visionato tutti i progetti presentati a beyondmemory - Questi sono i 10 progetti che andranno in mostra alla Fondazione Marangoni. Ci vediamo all'opening il 15 maggio!
http://www.premioceleste.it/opere/pg:bm11/fsv:s/

Inserisci commento

E' necessario effettuare il login o iscriversi per inserire il commento Login